Questo sito contribuisce all’audience di


Perché in molte città italiane il panettone è già andato esaurito

L'usanza di festeggiare il Ferragosto col panettone si è diffusa anche in Italia, complice la scelta di molti pasticceri di proporre versioni estive

Panettone

Nostalgia del Natale e del freddo, o usanza originale per festeggiare Ferragosto? Quale che sia la ragione, in questa caldissima estate c’è chi sfida determinato il caldo torrido e sotto l’ombrellone non mangia cocomero, gelato o granite, ma una fetta di panettone. Magari scegliendolo dalla pila di quelli in offerta comparsi in un supermercato di Curno, piccolo paese della provincia di Bergamo.

La foto dei panettoni in offerta a meno di 5 euro, con annessa bottiglia di spumante per completare il quadro, è comparsa sui social e nel giro di pochi giorni è diventata virale. In molti si sono chiesti, tra ironia e curiosità, se i gestori del supermercato volessero smaltire le scorte o anticipare di diversi mesi le festività natalizie, ma in realtà festeggiare il Ferragosto con il panettone non è un’usanza così rivoluzionaria.

In altri Paesi europei non c’è nulla di strano a mangiare il panettone in altri momenti dell’anno che non siano il Natale, e ormai da qualche anno ormai diversi mastri pasticceri italiani si sono messi all’opera per realizzare i cosiddetti “panettoni di Ferragosto”, ovvero le versioni estive dei tipici dolci da mangiare a Natale. Tanto che in molte città italiane, come riporta ‘La Repubblica’, i panettoni comparsi sugli scaffali sono andati esauriti nel giro di pochi giorni.

Cos’è il panettone di Ferragosto

Da diversi anni ormai è possibile trovare sugli scaffali dei supermercati e negli store online di alcuni tra i più famosi marchi di pasticceria i panettoni di Ferragosto, dolci lanciati proprio nel periodo estivo per essere mangiati sotto il sole senza troppi sensi di colpa.

Olivieri 1882, per esempio, offre sei versioni del panettone estivo, dal gusto macedonia a quello ad ananas e rosmarino, ciliegia al maraschino, lime e menta, limone e lavanda e pesca e basilico. Pistì offre invece due versioni, ciliegia e pistacchio di Sicilia oppure albicocca, ananas e pistacchio di Sicilia. Vergani, oltre al panettone estivo gourmet alle amarene, ha messo a punto anche un gelato che riproduce gli aromi e i gusti del panettone.

In Sardegna, invece, la Pasticceria Tesi sfrutta alcune tra le eccellenze del territorio per dare forma a un panettone estivo che unisce la Vernaccia Crannatza e la Malvasia di Bosa, il miele di Scanu Montiferru, le uova di Oliena e i limoni di Milis, amalgamati dal lievito madre Filunzana.

Ci sono poi città che celebrano il Ferragosto con il panettone. È il caso di Forte dei Marmi,  dove ormai da 15 anni fa si festeggia il Ferragosto tagliando il panettone e offrendone una fetta ai clienti degli stabilimenti balneari e ai villeggianti che affollano le strade della cittadina.

L’estate, d’altronde, per molti mastri pasticceri è il momento ideale per mangiare il panettone. Le alte temperature fanno sciogliere naturalmente il burro, esaltando profumi e aromi, ed è possibile sperimentare con frutta di stagione fresca e dissetante che ben si sposa con gli ingredienti più ricchi che compongono la ricetta del panettone. Molti mastri pasticceri e artisti della lievitazione lo reinventano proprio in versioni più fresche e leggere, altri preferiscono mantenere la linea della tradizione e puntano tutto sulla versatilità di questo dolce natalizio per dimostrare che è adatto a ogni momento dell’anno.