In Liguria si paga con una nuova moneta: il Pignurin

Quest'estate in provincia di Imperia si paga in Pignurin: i commercianti di Ospedaletti hanno coniato una moneta per scacciare la crisi post Coronavirus

In Liguria si paga con una nuova moneta: il Pignurin

Una nuova moneta contro la crisi post-Coronavirus. È l’idea dei commercianti di Ospedaletti, comune di poco più di 3mila abitanti in provincia di Imperia, lanciata per risollevare le attività del territorio duramente provate dal lockdown.

A partire da lunedì 15 giugno, acquistando beni o servizi si riceveranno in omaggio buoni sconto sotto forma di banconote “Pignurin”, del valore di 1, 2 e 5 euro, da utilizzare in tutti gli esercizi convenzionati di Ospedaletti che espongono il manifesto di partecipazione.

Ogni commerciante verserà in una cassa comune 100 euro per avere 100 Pignurin, che verranno messi in circolo in proporzione a quanto verrà speso all’interno dei negozi. I commercianti che a fine iniziativa avranno incassato un certo numero di Pignurin, potranno poi monetizzare la cifra in euro.

Con gli esclusivi Pignurin si potranno ottenere sconti fino al 100% del valore del prodotto acquistato. Lo scopo è quello di sensibilizzare sia i cittadini che i turisti ad acquistare beni e servizi nell’accogliente località turistica costiera del ponente ligure situata tra Sanremo e Bordighera.

Al momento sono 40 i negozi che hanno aderito all’originale iniziativa ideata dal delegato locale di Confcommercio, Luigi Giuliani, e resa possibile grazie al contributo dell’Amministrazione Comunale. La speciale moneta sarà in circolazione in via sperimentale fino al 30 settembre, per poi essere eventualmente reintrodotta.

Tra i simboli raffigurati sui Pignurin ci sono l’ex Casinò di Ospedaletti, il santuario della Madonna delle Porrine e lo storico circuito cittadino di fama internazionale, sul quale corsero i Gran Premi automobilistici e motociclistici dal 1947 sino al 1972.

Con i suoi scenari mozzafiato e lidi che sono autentici capolavori naturali, la Liguria è una delle mete più gettonate dai turisti di tutto il mondo. Anche quest’anno, la regione si è aggiudicata le ambite Vele che premiano il mare più pulito d’Italia, assegnate da Legambiente e Touring Club  (5 Vele alle Cinque Terre, 4 Vele al Golfo dei Poeti).

Uno dei temi caldi di questa estate, sono proprio le spiagge, che per la Liguria sono strategiche e di fondamentale importanza per tutto il sistema turistico.
Tra le ipotesi per gestire la stagione balneare garantendo la sicurezza dei bagnanti e degli operatori, spicca quella di una spiaggia libera modello Temptation Island divisa in aree, con le famiglie in zone numerate da una parte e i bagnanti  singoli dall’altra, a distanza di un metro.