Best of 2020 di Gambero Rosso: i quartieri emergenti in Italia

Da Palermo a Napoli, passando per Milano, ecco quali sono i quartieri emergenti del 2020 in Italia secondo la guida Best of 2020 di Gambero Rosso

I quartieri più emergenti in Italia in questo 2020 si trovano nelle città di Palermo, Milano e Napoli. Lo ha rivelato lo speciale “Best of 2020” realizzato da ‘Gambero Rosso‘, che ha individuato i territori d’Italia che hanno reso quest’anno, pur segnato dall’emergenza Covid, un anno da ricordare positivamente.

La Cala a Palermo è il quartiere emergente del 2020

Il quartiere emergente dell’anno secondo ‘Gambero Rosso’ è La Cala, nella città di Palermo. Si tratta di una piccola insenatura situata proprio nel cuore di Palermo, celebre per la sua caratteristica forma a “U”.

Questo quartiere è popolato da numerose barche, di piccole e medie dimensioni, e rappresenta uno dei più importanti luoghi di ritrovo serale per i giovani palermitani, grazie alla presenza di diversi locali. Tra questi, ‘Gambero Rosso’ ha deciso di segnalare il ristorante Gagini, guidato dal nuovo chef Mauricio Zillo, la trattoria di mare contemporanea Aja Mola e Bocum, “tempio” palermitano della mixology.

La Cala

Greco, il quartiere emergente a Milano

Al secondo posto di questa speciale classifica realizzata da ‘Gambero Rosso’ c’è Greco, quartiere popolare a nord di Milano, in piena ascesa culturale e sociale. Proprio qua, peraltro, Alessandro Manzoni ha collocato la casa di Renzo nel suo celebre libro “I Promessi Sposi”.

Diversi i locali segnalati nel quartiere di Milano chiamato Greco, a partire dal Refettorio Ambrosiano di Massimo Bottura fino ad arrivare al bistrot vegetariano Altatto di Cinzia De Lauri, Sara Nicolosi e Giulia Scialanga.

Greco

Corso Vittorio Emanuele, il quartiere emergente a Napoli

Corso Vittorio Emanuele è una delle vie principali di Napoli e ora, secondo ‘Gambero Rosso’, è anche il suo quartiere maggiormente in ascesa nel corso del 2020. Nato con la finalità di collegare la città “bassa” al Vomero, Corso Vittorio Emanuele, che in diversi tratti offre una suggestiva vista panoramica, si snoda per oltre 4 chilometri da piazza Mazzini fino a via Piedigrotta.

Le insegne da tener d’occhio in Corso Vittorio Emanuele a Napoli sono, nello specifico, Veritas Restaurant (guidato dallo chef Gianluca D’Agostino), il George Restaurant del Grand Hotel Parker (con la cucina di Domenico Candela), il The Britannique Naples (col nuovo chef Edoardo Statico) e la Salumeria Cautiero.

Corso Vittorio Emanuele a Napoli