Nell'acquario di Cala Gonone è nato uno squalo unico al mondo

Uno squalo è nato in una vasca dell'acquario di Cala Gonone che ospita due femmine. potrebbe essere il primo caso certificato di partogenesi della specie

Squalo Palombo

L’hanno chiamata “Ispera”, che in dialetto sardo significa “speranza”, ed è in effetti un simbolo di speranza, ma soprattutto un caso unico al mondo: il primo squalo palombo, specie “Mustelus Mustelus”, nato tramite il fenomeno della partenogenesi.

Lo squalo palombo frutto di partenogenesi

Lo squalo palombo femmina nato nei giorni scorsi all’Acquario di Cala Gonone, in Sardegna, secondo gli esperti della struttura è con tutta probabilità frutto di partenogenesi, cioè di riproduzione senza l’intervento del maschio.

Come spiegato dallo staff della struttura in un post su ‘Facebook’, infatti, la madre dello squalo vive in una grande vasca pelagica con un altro esemplare femmina da ormai oltre dieci anni, senza alcun maschio. Il piccolo sarebbe dunque nato senza contributo maschile,  ma per accertarlo in modo definitivo sarà necessario attendere i riscontri scientifici.

Cos’è la partogenesi

La partenogenesi è lo sviluppo di un individuo a partire da un uovo non fecondato dal maschio. Il nuovo nato è, insomma, un “clone” del genitore, e uno dei meccanismi più comuni che permettono questo tipo di riproduzione è quello in cui l’uovo viene fecondato da un’altra cellula uovo ancora immatura, che di fatto si comporta quasi come uno spermatozoo.

L’acquario ha spiegato che la partenogenesi può essere facoltativa in specie che normalmente si riproducono sessualmente, come accade in alcuni rettili, pesci e persino uccelli, e potrebbe essere favorita in popolazioni a bassissima densità, in cui le femmine hanno scarse possibilità di incontrare il partner. Se le analisi del dna confermassero la partogenesi avvenuta nella vasca sarda, si tratterebbe della prima documentata al mondo di squalo palombo – Mustelus mustelus – e di una scoperta scientifica di notevole interesse, poiché potrebbe aprire la strada a ricerche indirizzate a verificare quanto la partenogenesi sia un processo che i palombi utilizzino anche in natura.

Acquario di Cala Gonone, le novità dopo la riapertura

L’Acquario di Cala Gonone ha potuto riaprire al pubblico a maggio 2021, dopo mesi di chiusura a causa della pandemia di coronavirus. 

La novità dell’anno della riapertura è Clotilde, una murena verde di notevoli dimensioni, accolta dopo la chiusura della struttura che la ospitava. La struttura conta su 300 specie differenti, a adesso anche sul piccolo di palombo al centro di una lunga serie di test approfonditi.

In foto: un esemplare di squalo Palombo nel Parco Oceanografico di Valencia.