Covid: i posti letto in terapia intensiva, regione per regione

La fotografia dei posti letto di terapia intensiva disponibili nei vari ospedali sparsi in tutta Italia, regione per regione: ecco la situazione Covid

Terapia intensiva

Alla luce dell’atteso balzo nei contagi determinato dalla diffusione in Italia della variante Delta del Coronavirus, nel nostro Paese si sta discutendo della possibilità di modificare già nei prossimi giorni i parametri previsti per la suddivisione in zone bianche, gialle, arancioni e rosse delle regioni italiane.

Covid e fasce di rischio Italia: i nuovi parametri

Stando alle più recenti indiscrezioni sul nuovo sistema studiato dal Governo italiano per stabilire le fasce di rischio delle varie regioni, a contare sarà soprattutto il numero di ricoverati in area medica e in terapia intensiva. Il Governo presieduto dal presidente del Consiglio Mario Draghi, infatti, sta pensando di fissare la soglia d’occupazione dei posti letto al 5% per le terapie intensive e al 10% per i reparti medici.

Quanti sono i posti letto di terapia intensiva in Italia

Il numero dei posti letto disponibili nei reparti di terapia intensiva degli ospedali in Italia, regione per regione, rispetto all’obiettivo di 14 posti letto ogni 100.000 abitanti, è indicato sul sito dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali.

Ecco, di seguito, la situazione aggiornata al 20 luglio 2021:

  • Veneto: 1000 (20.5 per 100.000 abitanti)
  • Provincia autonoma di Bolzano: 100 (18.7 per 100.000 abitanti)
  • Emilia Romagna: 760 (17.1 per 100.000 abitanti)
  • Lazio: 943 (16.4 per 100.000 abitanti)
  • Basilicata: 88 (15.9 per 100.000 abitanti)
  • Piemonte: 628 (14.6 per 100.000 abitanti)
  • Friuli Venezia Giulia: 175 (14.5 per 100.000 abitanti)
  • Abruzzo: 185 (14.3 per 100.000 abitanti)
  • Lombardia: 1416 (14.1 per 100.000 abitanti)
  • Liguria: 212 (13.9 per 100.000 abitanti)
  • Marche: 209 (13.8 per 100.000 abitanti)
  • Sardegna: 216 (13.4 per 100.000 abitanti)
  • Sicilia: 643 (13.2 per 100.000 abitanti)
  • Molise: 39 (13 per 100.000 abitanti)
  • Toscana: 446 (12.1 per 100.000 abitanti)
  • Valle d’Aosta: 15 (12 per 100.000 abitanti)
  • Puglia: 462 (11.7 per 100.000 abitanti)
  • Umbria: 97 (11.1 per 100.000 abitanti)
  • Provincia autonoma di Trento: 60 (11 per 100.000 abitanti)
  • Campania: 569 (10 per 100.000 abitanti)
  • Calabria: 151 (8 per 100.000 abitanti)
  • Italia: 8414 (14.1 per 100.000 abitanti)

I posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid

Di seguito, ecco quanti sono i posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid in Italia, al 20 luglio 2021. I tassi di occupazione più alti, in questo momento, si registrano in cinque regioni d’Italia. Nello specifico, si tratta di Calabria, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana, tutte al 3% di posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid.

  • Calabria: 3%
  • Lazio: 3%
  • Liguria: 3%
  • Sicilia: 3%
  • Toscana: 3%
  • Campania: 2%
  • Emilia Romagna: 2%
  • Lombardia: 2%
  • Puglia: 2%
  • Abruzzo: 1%
  • Marche: 1%
  • Sardegna: 1%
  • Umbria: 1%
  • Veneto: 1%
  • Basilicata: 0%
  • Friuli Venezia Giulia: 0%
  • Molise: 0%
  • Provincia autonoma di Bolzano: 0%
  • Provincia autonoma di Trento: 0%
  • Piemonte: 0%
  • Valle d’Aosta: 0%.