Val Vertova blindata: troppi turisti. La decisione del sindaco

Troppi turisti hanno preso d'assalto la Val Vertova, così il sindaco Orlando Gualdi ha deciso di prendere un provvedimento per blindare la valle

Val Vertova blindata: troppi turisti. La decisione del sindaco

Tanti turisti, con picchi fino a 4 mila presenze in un solo giorno, hanno preso d’assalto la Val Vertova in Lombardia negli ultimi giorni. Troppi secondo il sindaco di Vertova, comune in provincia di Bergamo, e secondo i residenti, che ora temono per la loro valle. Per questa ragione, si è reso necessario un provvedimento per “blindare” la valle, soprannominata “le Maldive della Val Seriana“.

Il sindaco Orlando Gualdi, che ha lanciato un appello ai turisti per chiedere loro di non venire in Val Vertova o, se non altro, di tenere almeno pulita la valle, ha firmato due ordinanze per vietare l’accesso a tutti i veicoli per un tratto di strada che conduce alla valle e per un altro tratto (più lungo) ai mezzi oltre i 20 quintali, quindi a bus e navette, allungando di fatto di diverse centinaia di metri il percorso dei turisti desiderosi di far tappa in Val Vertova.

I residenti, i loro parenti e le persone impegnate in attività di cura del bestiame e agricole, munendosi di regolare permesso, possono invece comunque passare.

A preoccupare è il fatto che i turisti arrivano in auto o con i bus navetta, percorrendo strade non del tutto in sicurezza che si avvicinano troppo alla Val Vertova, uno degli angoli più suggestivi della Val Seriana, dove è possibile camminare a contatto con la natura tra i salti d’acqua cristallina, le marmitte dei giganti e la ricca vegetazione che caratterizza la valle. Inoltre, in passato, il massiccio afflusso di turisti ha spesso portato a parcheggi selvaggi, con forti proteste degli abitanti del paese.

L’obiettivo dell’amministrazione è mettere in sicurezza la strada per la Val Vertova per l’estate 2021, in modo da poter accogliere i turisti nel modo migliore rendendo loro la vita più facile e con più confort.

Per evitare i parcheggi selvaggi, intanto, sono già stati istituiti dei cartelli particolari per indicare i posti disponibili in paese, in modo da condurre tutti i turisti ai vari parcheggi. Il primo lotto di lavori per la messa in sicurezza della strada si è appena concluso e si prevede che, entro ottobre, sarà ultimato anche il secondo.