Questo sito contribuisce all’audience di


Uffizi, vietato camminare scalzi. Ma con i calzini si può

Una nota della direzione degli Uffizi fa chiarezza sul regolamento del museo: camminare scalzi è assolutamente vietato, ma coi calzini si può

Uffizi: vietato camminare a piedi nudi, ma coi calzini si può

Nelle Gallerie degli Uffizi è assolutamente vietato camminare scalzi, ma se si indossano calze o calzini si può passeggiare per le sale del museo senza scarpe. È quanto emerge da un “ordine di servizio” destinato al personale museale, il cui contenuto è stato rivelato da Firenze Today.

La precisazione integra quanto disposto dal regolamento degli Uffizi, in cui è fatto esplicito divieto di camminare scalzi e a torso nudo nelle sale del museo, ma nel quale non è riportata alcuna indicazione precisa sulla possibilità di visitare gli Uffizi portando ai piedi soltanto calze o calzini.

Uffizi: il calzino è consentito dal regolamento

Ogni giorno migliaia di persone visitano le Gallerie degli Uffizi: studenti e turisti che in ogni stagione raggiungono Firenze da tutto il mondo per poter ammirare i capolavori conservati nel museo più visitato d’Italia.

Quello del decoro è diventato, infine, un problema da affrontare: dopo l’incursione delle sexy influencer che hanno posato semi-nude di fronte alla Venere di Botticelli suscitando diverse polemiche, la direzione del museo torna sulla questione del regolamento. Questa volta lo fa con una precisazione in merito a uno dei tanti divieti contenuti nel regolamento museale, in cui si legge che “è assolutamente vietato camminare a piedi scalzi e a torso nudo negli ambienti museali”.

Il regolamento ufficiale del museo non fa ulteriori specifiche in materia. Evidentemente, però, a più di qualche visitatore negli anni dev’essere capitato di togliersi le scarpe per passeggiare tra i capolavori delle Gallerie degli Uffizi con ai piedi soltanto i calzini: in ogni caso, la direzione del museo ha deciso di fare chiarezza, anche per permettere agli operatori museali di prendere la decisione giusta nel caso di eventuali controversie.

“È vietato per motivi igienici camminare scalzi, ovvero a piedi nudi”, si legge nella comunicazione, “ma è consentito camminare con calzini e calze ai piedi anche senza indossare scarpe o altro tipo di calzature”. Il problema della nudità dei piedi, più che il decoro, sembrerebbe riguardare la salvaguardia dei pavimenti: si può camminare con i calzini ai piedi perché questo, continua la lettera, “non ha alcun effetto negativo per la tutela dei pavimenti storici e moderni”, a differenza di quanto avviene con gli aloni lasciati dai piedi nudi.

Cosa è vietato fare agli Uffizi, oltre a camminare scalzi

Mentre si discute di sostituire lo storico progetto della Loggia Isozaki con un giardino, come recentemente proposto dal Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, si fa chiarezza su un punto: togliersi le scarpe al museo si può. E anche a Palazzo Pitti e nel Giardino di Boboli, strutture che fanno parte delle Gallerie degli Uffizi.

È invece assolutamente vietato denudarsi, come anche correre all’interno delle sale museali. Come si legge nel regolamento, “è richiesto un abbigliamento consono all’ufficialità degli ambienti museali”: si considera inappropriato e dunque vietato, per esempio, “visitare il museo in costume da bagno, in abiti troppo succinti, in abiti da matrimonio, costumi storici ed ogni altro travestimento lesivo della dignità dei luoghi”.

Tra le regole più curiose contenute nelle indicazioni di visita degli Uffizi vi sono il divieto assoluto di “utilizzare bastoni da trekking” e di “introdurre droni e affini”: c’è soltanto da immaginare quali avventurose e incredibili vicende abbiano spinto la direzione del museo a inserire queste precisazioni nel regolamento ufficiale.