Ai Musei Reali di Torino il corpo di Fedez diventa una statua

Fedez diventa una statua: l’opera dello scultore Fabio Viale, in mostra ai Musei Reali di Torino, ricalca il busto del rapper milanese, tatuaggi compresi

L'artista Fabio Viale copia Fedez nel marmo

Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez, è uno dei personaggi preferiti dalle cronache italiane. Insieme alla celebre compagna, l’influencer Chiara Ferragni, Fedez è un punto di riferimento per i giovani, un “fenomeno pop” dei nostri tempi che non lascia indifferente neanche il mondo dell’Arte.

E parliamo di Arte con la a maiuscola, perché il “corpo” di Fedez sarà in mostra nelle sale auliche dei Musei Reali di Torino e porta la firma di Fabio Viale, scultore cuneese che è oggi uno degli artisti italiani più influenti della scena internazionale.

In Between, la mostra ai Musei Reali di Torino

In Between è il titolo della prima mostra torinese dedicata all’artista di Cuneo. Le opere di Fabio Viale, splendide sculture in marmo che ricalcano i fasti della scultura classica con una padronanza tecnica d’altri tempi, sono note per il tratto contemporaneo che vuole le classiche sembianze di personaggi come la Psiche del Canova o il Lacoonte dei Musei Vaticani ricoperti di tatuaggi.

La mostra ai Musei Reali di Torino sarà visitabile fino al 9 Gennaio, e si snoda tra le sale auliche dei musei e in piazzetta Reale: di fronte alla facciata di Palazzo Reale sono state installate cinque delle statue che hanno reso Viale un punto di riferimento per gli artisti di tutto il mondo, e che saranno visitabili gratuitamente. Tra queste, il Lacoonte e la Venere di Milo nella declinazione tatuata di Viale.

Le imponenti statue che popolano la piazzetta Reale sono parte di una produzione decennale, che nelle parole dei curatori della mostra “esplora il rapporto tra immortalità dell’arte classica e immaginario contemporaneo; tra arte ufficiale e tribalismo metropolitano; tra marmo levigato e pelle viva”.
Tra le opere esposte all’interno dei Musei, spiccano invece due opere inedite dell’artista piemontese: l’“Amore e Psiche” di cui sopra e “Lorica”.

Quest’ultima, in particolare, segna un’inversione di segno nell’opera di Viale: non si tratta qui di portare i tatuaggi sulla “pelle” della statuaria classica, ma di rendere “classica” la pelle realmente tatuata di un rapper. E quale migliore soggetto del tatuatissimo “ultrapop” Fedez.

Fedez diventa una statua in marmo rosa

Tra le statue tatuate di Viale in mostra a Torino una “Lorica musculata”, la corazza anatomica in uso nell’esercito romano sino alla fine dell’Impero, che ricalca le reali sembianze del rapper Fedez.

Realizzata da un blocco di particolare marmo rosa proveniente dal Portogallo, la lorica è a dimensioni naturali ed è stata ottenuta grazie ad una scansione totale del busto del modello.

Grazie a scansione laser e fotogrammetrica dal vero, il corpo di Fedez viene così consegnato alla storia dell’arte in forma di armatura.

Esposta all’interno dell’Armeria Reale, la lorica di Fedez riporta tutti i tatuaggi del rapper ed è indossabile: nei prossimi giorni il cantante milanese sarà ospite dei Musei, ed indosserà l’armatura che lo raffigura.

Per ora, ammette Viale a La Stampa, Fedez ha visto l’opera soltanto in foto tramite WhatsApp: si attende dunque il momento in cui il modello farà la conoscenza della sua versione marmorea, immersa nei saloni barocchi che ospitano tra le altre cose la collezione di armature sabaude che farà da scenario ai tanti, tanti post che ci si aspetta dai fan dei Ferragnez.