La sagra del mirto di Olbia diventa un "caso": Fedez contro Salmo

Prosegue la polemica tra Fedez e Salmo dopo gli assembramenti incontrollati visti in occasione del concerto improvvisato del rapper sardo a Olbia

Fedez e Salmo

Il concerto improvvisato di Salmo a Olbia continua a far discutere. Il rapper sardo è stato ampiamente criticato (anche da alcuni colleghi, da Alessandra Amoroso a Fedez) per gli assembramenti incontrollati generati dall’evento. E la polemica non accenna a placarsi. A sferrare un nuovo attacco è stato ancora una volta Fedez. La “miccia” è stata la cancellazione della sagra del mirto proprio a Olbia.

Annullata la sagra del mirto a Olbia

Come riporta ‘Ansa’, a poche ore  dall’inizio dell’evento, gli organizzatori di Mirtò (Festival internazionale del Mirto) hanno annunciato così l’annullamento dello stesso: “Per motivi tecnici e organizzativi, derivanti dalla delicata situazione sanitaria nella città di Olbia, la settima edizione di Mirtò, il Festival internazionale del Mirto 2021, è stata annullata”.

Niente sagra del mirto a Olbia: Fedez attacca Salmo

Sulle sue ‘Instagram Stories’, Fedez ha attaccato Salmo per l’annullamento del festival Mirtò di Olbia: “Dopo il concerto protesta di Olbia iniziano ad arrivare le conseguenze. Ed è giusto che a pagare siano altri, vero? Davanti alla voglia di un artista benestante di cantare fortissimo, è giusto che le conseguenze le paghino i piccoli commercianti e artigiani di Olbia, che oggi si sono visti annullare la sagra del mirto. Si tratta probabilmente di persone meno agiate dell’artista, che probabilmente avevano necessità di lavorare per portare il cibo a casa. Ma quando si protesta non si guarda in faccia in nessuno…“.

Sagra del mirto a Olbia: le parole del sindaco

In occasione di una conferenza stampa organizzata d’urgenza a poche ore dal comunicato con cui gli organizzatori di Mirtò hanno comunicato l’annullamento del Festival, il sindaco di Olbia Settimo Nizzi, come riporta l”Ansa’, ha dichiarato: “Quando Mirtò dichiara che la sagra del mirto salta a causa della grave situazione sanitaria della città, dice una cosa senza alcun fondamento. E questo è un fatto gravissimo. Rispetto a giovedì scorso siamo passati da 111 a 144 positivi, perciò non c’è alcun allarme“.

Poi il primo cittadino ha tenuto a precisare: “La manifestazione è saltata per questioni legate agli organizzatori. Sono stati loro a tirarsi indietro perché non sono riusciti a prepararsi tecnicamente in base alle norme vigenti”.