Coronavirus, ecco Iocucinoacasa: le ricette sui social degli chef

Gli chef di tutta Italia postano sui social network i video tutorial delle proprie ricette

Ricette social

Da quando il decreto ministeriale ha imposto la chiusura dei ristoranti al pubblico, tanti chef hanno deciso di sfruttare i social per continuare a cucinare.

È nato così l’hashtag #iocucinoacasa, come passatempo che si trasforma in un gesto di condivisione, generosità e solidarietà. Il meccanismo è semplice: gli chef cucinano a casa, mettendo a disposizione le proprie ricette sui social, in modo che tutti possano provare a replicarle.

Su Instagram, lo chef bistellato Alessandro Negrini del ristorante Luogo di Aimo e Nadia, ha preparato il pancotto con le seppie, una ricetta ideale per il momento di difficoltà, visto che si realizza utilizzando il pane raffermo. Non è da meno Viviana Varese del Viva di Milano: la chef sta postando tante ricette sui social. Come lei anche i ragazzi della sua brigata si cimentano nei video tutorial, ognuno da casa sua.

Il ristorante cinese Mu Dim Sum ha deciso di coinvolgere direttamente i propri follower, chiedendo una ricetta da realizzare. Grazie all’account “milanokeepsoncooking”, creato da un’agenzia di comunicazione appositamente per raccogliere ricette durante l’emergenza Coronavirus, lo chef Eugenio Boer ha spiegato passo dopo passo come preparare il suo prelibato risotto. Sul profilo, nei prossimi giorni, verranno pubblicate le ricette di 40 chef e pasticceri milanesi, da Andrea Berton a Ernst Knam.

Anche il ristorante milanese Bar Mare ha deciso di coinvolgere i propri follower, lanciando un sondaggio sulle ricette più richieste. Il popolo dei social ha risposto, chiedendo a gran voce gli spaghetti alle vongole e il calamaro ripieno.

Massimiliano Alajmo ha dovuto chiudere i suoi due ristoranti Calandre e Calandrino di Rubano, in provincia di Padova. Lo chef, però, mostra su Instagram come preparare il pane in casa. Lo chef stellato lucano Vitantonio Lombardo ha mostrato come preparare il tiramisù, mentre Marco Bianchi, chef salutista, si è cimentato con gli gnocchetti arrabbiati.

L’hashtag #iocucinoacasa sta riscuotendo sempre più successo sui vari social network in un momento in cui tante attività pubbliche sono ferme a causa del Coronavirus. Gli chef, spostandosi dalle cucine dei ristoranti a quelle delle proprie abitazioni, aiutano la popolazione con un passatempo che è al tempo stesso anche un grande gesto di solidarietà, condivisione e generosità.