A CastelBrando l'albero di Natale da record e il presepe di ghiaccio

Castelbrando è un'antica magione oggi trasformata in una location lussuosa e ospita l'albero di Natale vivente più alto d'Italia e un presepe interamente in ghiaccio

castelbrando albero natale

Il più alto albero di Natale vivente di tutta Italia ha acceso le sue luci. La location è molto affascinante: si tratta infatti di CastelBrando un castello che si trova in provincia di Treviso tra due borghi di grande fascino: Cison di Valmarino e Follina.

Qui in questa vecchia roccaforte, oggi trasformata in un location lussuosa, si trova uno degli alberi monumentali tra i più antichi, nonché albero di Natale più alto e vivente di tutta la nostra Penisola.

Si staglia dalle mura del castello affacciandosi sulla valle sottostante.  E non è l’unico in Italia ad essere così unico. Basti ricordare, ad esempio, Gubbio in Umbria dove si trova l’albero di Natale luminoso più grande d’Italia che si estende sul versante sud del monte Ingino.

Ma quello di CastelBrando è un albero vero, nello specifico si tratta di un Cedro dell’Atlante (Cedrus Atlantica) proveniente dalla catena montuosa omonima situata nel nord dell’Africa. La sua altezza è di circa 33 metri e ha un’età approssimativa di oltre 200 anni, mentre la conferenza ammonta a tre metri. Le sue dimensioni lo classificano anche tra i primi dieci più alti in Europa. Viene protetto dalla soprintendenza come bene storico nazionale.

Quest’anno la struttura è anche la location per il Presepe di ghiaccio realizzato con più di 8800 chilogrammi di materiale. La suggestiva rappresentazione della natività è stata sapientemente cesellata da quattro scultori dell’Accademia Italiana Ghiaccio Artistico. Si tratta di: Francesco Falasconi (Apecchio) pluri medagliato in questa forma d’arte a livello mondiale, Mario Demuro (Matera), Giovanni Colarusso (Isernia) e Francesco Carrer (Zeson di Piave).

Le statue sono di circa due metri d’altezza e ripropongono tutta la natività: vi si possono ammirare l’Arcangelo Gabriele, i Re Magi, i pastori e  tanti altri personaggi. Per realizzarlo gli artisti hanno lavorato una settimana: circa un’ottantina i blocchi di ghiaccio che sono stati necessari per un peso complessivo che si aggira sulle 10 tonnellate. Il presepe è visitabile tutti i giorni e si può ammirare dall’esterno: infatti è stato posizionato in una teca di vetro refrigerata per mantenerlo alla giusta temperatura.

Sono tanti gli appuntamenti delle feste in tutta Italia che vedono installazioni spettacolari e uniche: dai presepi viventi, fino all’albero di Natale romano targato Netflix, senza dimenticare a Genova il tunnel di luce più lungo d’Europa.

Pubblica un commento