100 Best Chefs in the World 2020: 8 italiani in classifica

Nella lista dei 100 Best Chefs in The World non compaiono a sorpresa Massimo Bottura e Carlo Cracco

100 Best Chefs in the World 2020: 8 italiani in classifica

Ci sono 8 cuochi italiani (7 singoli e una coppia) nella classifica 100 Best Chefs in the World 2020, presentata a Monaco il 24 novembre scorso, durante l’evento Chefs World Summit 2019.

A rappresentare l’alta cucina dello Stivale nel mondo sono, nell’ordine: Nadia Santini (salita dalla posizione numero 38 dello scorso anno alla 26), Enrico Crippa (36), Massimiliano Alajmo (48), Stefano Baiocco (60), Norbert Niederkofler (new entry, in posizione numero 88), Fabio Pisani e Alessandro Negrini (92), Ciccio Sultano (96).

Giunta alla sesta edizione, la prestigiosa classifica inaugurata nel 2015 dal magazine francese “Le Chef” incorona migliore chef del mondo 2020 Mauro Colagreco, celebre italo-argentino del ristorante Mirazur di Mentone che ha trionfato anche ai World’s 50 Best Restaurant 2019. Colagreco è diventato un volto noto al pubblico televisivo nei panni del giudice del programma Top Chef Italia, a fianco di Annie Féolde, Giuliano Baldessari e Moreno Cedroni.

La 100 Best Chefs è l’unica classifica stilata dagli chef a 2 o 3 stelle Michelin che esprimono le proprie preferenze (fino a un massimo di 5) per i colleghi che rappresentano al meglio i valori della professione nei Paesi dove è presente la Guida Michelin.

A sorpresa, tra gli chef migliori del mondo nel 2020 non compaiono Massimo Bottura Carlo Cracco, che nella lista 2019 erano rispettivamente al n. 57 e al n. 92. A dominare la classifica italiana è Nadia Santini del ristorante 3 stelle Michelin “Dal Pescatore” a Canneto sull’Oglio, in provincia di Mantova, il primo degli attuali tristellati che mantiene il massimo riconoscimento della Guida Rossa dal 1996. La chef veneta è tra l’altro una delle poche donne presenti in top 100.

Il secondo italiano che compare nella classifica è Enrico Crippa, lo chef 3 stelle di “Piazza del Duomo” di Alba, in provincia di Cuneo, seguito da Massimiliano Alajmo, del prestigioso “Le Calandre” a Sarmeola di Rubano, in provincia di Padova.

Scendendo alla 60esima posizione della 100 Best Chefs in the World 2020 troviamo il marchigiano Stefano Baiocco, del “Villa Feltrinelli” a Gargnano, sulla sponda occidentale del lago di Garda, seguito dal tristellato Norbert Niederkofler, new entry della lista stilata dagli chef. Originario di Lutago, un paesino in Valle Aurina, Niederkofler propone le sue creazioni culinarie al “St. Hubertus”, fiore all’occhiello dell’Hotel & Spa Rosa Alpina a San Cassiano, in Alta Badia.

A rappresentare l’alta cucina italiana nel mondo, troviamo anche la coppia Fabio Pisani e Alessandro Negrini, valtellinese il primo e pugliese il secondo, con il loro ristorante “Il Luogo di Aimo e Nadia” in via Montecuccoli 6 a Milano, e Ciccio Sultano del ristorante “Duomo” a Ragusa Ibla.

100 Best Chefs 2020 Top 10

1 Mauro Colagreco, Mirazur (Francia)
2 Cristophe Bacquie, restaurant Ch. Bacquié (Francia)
3 Arnaud Donckele, La Vague d’or (Francia)
4 Emmanuel Renaut, Flocons de sel (Francia)
5 René Redzepi, Noma (Danimarca)
6 Laurent Petit, Le Clos des Sens (Francia)
7 Dan Barber, Blue hill farm (Usa)
8 Jonnie Boer, De Librije (Paesi Bassi)
9 Bjorn Frantzen, Restaurant Frantzen (Svezia)
10 Arnaud Lallement, L’Assiette Champenoise (Francia)

Gli italiani nella 100 Best Chefs 2020

26 Nadia Santini, Dal Pescatore, Canneto sull’Oglio
36 Enrico Crippa, Piazza Duomo, Alba
48 Massimiliano Alajmo, Le Calandre, Rubano
60 Stefano Baiocco, Villa Feltrinelli, Gargnano
88 Norbet Niederkofler, St. Hubertus, San Cassiano
92 Fabio Pisani e Alessandro Negrini, Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano
96 Ciccio Sultano, Duomo, Ragusa Ibla