Monza, la Villa Reale sta per chiudere al pubblico

Sta per chiudere al pubblico la Villa Reale di Monza, complesso monumentale che nel corso degli anni ha ospitato anche diverse mostre prestigiose

Uno dei complessi monumentali ed espositivi di tutta Italia sta per chiudere al pubblico: si tratta di Villa Reale a Monza, il grande palazzo in stile neoclassico riaperto solo da sei anni dopo il suo restauro.

Negli ultimi tempi sono sorte delle incomprensioni di carattere finanziario che hanno portato alla rottura del rapporto tra il Consorzio di Gestione di Parco e Villa Reale, e Nuova Villa Reale, l’insieme delle imprese vincitrici del concorso internazionale per la conservazione e valorizzazione della Reggia di Monza.

I locali vuoti dell’edificio verranno riconsegnati al Consorzio. Sono stati cancellati, inoltre, tutti gli eventi in programma, tra cui spiccava un’esposizione dedicata a Salvador Dalì, tra le mostre più attese in Italia nel 2021.

Monza, chiude il complesso della Villa Reale

Il processo di “abbandono” di Villa Reale è già iniziato: quaranta poltroncine in velluto grigio sono state impilate all’ingresso del palazzo, mentre le librerie del bookshop, vuote ormai da tempo, sono pronte per essere smontate.

La stessa sorte tocca ai banconi della caffetteria, alle stupende lampade di design e alla cucina professionale che da un anno era stata presa in gestione da Vicook della pluristellata famiglia Cerea del ristorante Da Vittorio, nominato dalla Guida del Gambero Rosso come il ristorante dell’anno. Finisce così il primo modello di partenariato pubblico-privato nella gestione di un bene monumentale.

Villa Reale è un grande palazzo in stile neoclassico realizzato a Monza dagli Asburgo alla fine del Settecento, all’epoca della dominazione austriaca del XVIII secolo. A volere la sua costruzione fu l’imperatrice Maria Teresa d’Austria, per dotare di una residenza estiva il figlio Ferdinando d’Asburgo, governatore generale della Lombardia austriaca. La location, adagiata ai piedi dei colli brianzoli, venne scelta per la sua bellezza e per la sua posizione strategica: oltre a essere vicina a Monza, si trovava lungo la direttrice Milano-Vienna.

Il complesso, tra le regge e i palazzi nobiliari più belli d’Italia, venne utilizzato come residenza nel corso dell’occupazione napoleonica e poi dalla famiglia dei Savoia. La Reggia era successivamente diventata sede di importanti esposizioni e mostre. Nel 2012 era iniziato un imponente intervento di restauro, terminato nel 2014 con l’apertura al pubblico del piano nobile del palazzo.