La Valsesia invita Chiara Ferragni per sfruttare l'effetto Uffizi

Dopo l'Effetto Chiara Ferragni agli Uffizi, il sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani, ha invitato l'influencer a trascorrere le vacanze in Valsesia

La Valsesia invita Chiara Ferragni per sfruttare l'effetto Uffizi

“Chiara Ferragni vuoi venire in Valsesia?”. L’invito arriva dalla pagina Facebook del sindaco di Borgosesia e parlamentare della Lega, Paolo Tiramani, intenzionato a cavalcare l’onda di quello che è stato ribattezzato “Effetto Ferragni agli Uffizi”.

Al tour esclusivo della celebre influencer nel museo fiorentino è seguito un vero e proprio boom di visitatori nel weekend infuocato di polemiche, che ha visto il web puntualmente dividersi tra detrattori e sostenitori dell’imprenditrice digitale.

Così, dopo il successo agli Uffizi, l’influencer, con famiglia al seguito, è stata invitata a visitare la valle in Piemonte, in provincia di Vercelli, conosciuta anche come la “valle più verde d’Italia”.

“Chiara Ferragni, chi non ha capito la tua mossa per far decollare la ripresa delle visite degli Uffizi non sa nulla di Marketing”, ha commentato Paolo Tiramani sul suo account Instagram. E ha aggiunto: “Ti invitiamo quando vuoi, di giorno o di notte in Valsesia, insieme alla tua famiglia. Per noi sarebbe un onore”.

L’auspicio del sindaco di Borgosesia è quello di far scoprire a moltissimi turisti nazionali ed internazionali le bellezze della valle alpina, grazie agli scatti pubblicati sui profili social della regina delle influencer, seguita da oltre 20 milioni di follower.

Il territorio ha già conquistato gli americani per il rinomato Nebbiolo dell’Alto Piemonte, tra i migliori vini invernali sotto i 20 euro per il New York Times.

Inoltre, alla Valsesia è legato anche Vittorio Sgarbi. Il famoso critico d’arte e deputato in Parlamento, che nei mesi scorsi si è espresso sui musei virtuali, in un botta e risposta con Dario Franceschini, è stato scelto come testimonial del concorso “Vacanze in Valsesia” dallo stesso Tiramani, ideatore del progetto.
Una decisione duramente contestata dal comitato “Azione Valsesia”, dopo l’allontanamento forzato di Sgarbi dall’aula di Montecitorio.

Il concorso ha messo in palio un montepremi di 50mila euro e ha visto la partecipazione di 15.200 iscritti. Tra questi, 100 fortunati si sono aggiudicati buoni da 500 euro da spendere nella valle più verde d’Italia.

Ora, il sindaco di Borgosesia punta a replicare l’Effetto Ferragni, invitando la celebre imprenditrice digitale a scoprire e promuovere le bellezze del territorio.
La Valsesia potrebbe così diventare la prossima tappa del Ferragnez tour che sta rilanciando il turismo in Italia in questa estate 2020, condizionata dall’emergenza Coronavirus.