Effetto Ferragni: boom di visitatori agli Uffizi di Firenze

Dopo le polemiche per la visita di Chiara Ferragni agli Uffizi di Firenze, è boom di visitatori, soprattutto giovani. Fedez su Twitter: "Brava Ferry"

La visita di Chiara Ferragni agli Uffizi di Firenze ha sollevato molte polemiche, soprattutto dopo che l’account Instagram delle Gallerie ha definito l’influencer “una sorta di divinità contemporanea nell’era dei social”.

Tuttavia, la presenza della fashion blogger e imprenditrice digitale nel celebre museo fiorentino ha fatto registrare un vero e proprio boom di visitatori nel weekend, tanto che si è parlato di “Effetto Chiara Ferragni agli Uffizi”.

Tra venerdì e domenica scorsi, ben 9312 visitatori sono accorsi nel museo più visitato in Italia, segnando un rialzo del 24% rispetto al fine settimana precedente, quando le presenze erano state 7.511.

A questo, si aggiunge anche un altro dato inedito, ovvero quello delle Gallerie degli Uffizi in trend topic sia su Instagram che su Twitter.

In pieno lockdown, gli Uffizi di Firenze hanno conquistato anche TikTok, diventando il museo più seguito al mondo sul popolare social network, amato soprattutto dai giovanissimi

Polemiche a parte, quindi, la visita della celebre influencer agli Uffizi ha fatto registrare più di 3000 persone al giorno di sabato e domenica, per la prima volta dalla riapertura del museo dopo la chiusura forzata.

In particolare, c’è stato un vero e proprio boom di giovani. Stando ai dati diffusi dal direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, da venerdì a domenica si sono registrati 3.600 tra bambini e ragazzi fino a 25 anni, a fronte dei 2.839 del weekend precedente, con un aumento del 27%.

A brindare, virtualmente, al successo del servizio fotografico esclusivo di Chiara Ferragni agli Uffizi, il marito Fedez, che su Twitter ha commentato: “Attribuirle il merito diretto forse è troppo, ma il sensazionalismo ragiona sempre per estremi. Possiamo però dire che quantomeno non ha fatto male. Almeno quello. Alla prossima polemica sterile e brava Ferry”.

Nelle intenzioni del direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, la collaborazione con Chiara Ferragni mirava proprio a sensibilizzare ragazzi e ragazze al patrimonio culturale italiano, avvicinando anche i più giovani ai grandi capolavori del Rinascimento.

Prima del tour notturno di Chiara Ferragni agli Uffizi di Firenze, l’influencer e il marito Fedez erano già stati aspramente criticati sui social network dopo la loro visita ai Musei Vaticani a Roma.