Gli Uffizi celebrano il mito della "divinità" Chiara Ferragni

Gli Uffizi hanno dedicato un post su Instagram al mito di Chiara Ferragni, descritta come "una sorta di divinità contemporanea nell'era dei social"

Gli Uffizi celebrano il mito della "divinità" Chiara Ferragni

Chiara Ferragni, da sola o in compagnia del marito cantante Fedez, sta girando l’Italia in lungo e in largo per promuovere le bellezze del nostro Paese in questa estate 2020 condizionata dall’emergenza Coronavirus. L’ultima sua tappa è stata alla Galleria degli Uffizi a Firenze, il museo più seguito al mondo su ‘TikTok’.

L’imprenditrice digitale, protagonista di un servizio fotografico notturno che ha avuto come set proprio il museo fiorentino, il più visitato in Italia, si è concessa un mini tour tra i capolavori della Galleria, guidata personalmente dal direttore del museo Eike Schmidt.

Il tour notturno di Chiara Ferragni agli Uffizi di Firenze ha suscitato nuove polemiche, dopo quelle già emerse in seguito alla visita dei Ferragnez ai Musei Vaticani.

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha tentato di smorzare sul nascere il nuovo “caso”: “C’è gente che riesce a criticare Chiara Ferragni anche se visita un museo. Ma stiamo scherzando? Per noi sarà sempre benvenuta. E anzi, in un momento così difficile, ben venga chiunque voglia supportare la nostra cultura e condividere con il resto del mondo i tesori di Firenze!”.

A scatenare diversi commenti è stato anche il post pubblicato dall’account Instagram degli Uffizi di Firenze. Questa la didascalia a corredo di una foto dell’imprenditrice digitale, immortalata tra le opere della Galleria: “Ieri ed oggi … I canoni estetici cambiano nel corso dei secoli. L’ideale femminile della donna con i capelli biondi e la pelle diafana è un tipico ideale in voga nel Rinascimento. Magistralmente espresso alla fine del ‘400 da Sandro Botticelli nella Nascita di Venere attraverso il volto probabilmente identificato con quello della bellissima Simonetta Vespucci, sua contemporanea. Una nobildonna di origine genovese, amata da Giuliano de’Medici, fratello minore di Lorenzo il Magnifico e idolatrata da Sandro Botticelli, tanto da diventarne sua Musa ispiratrice”.

E poi: “Ai giorni nostri l’italiana Chiara Ferragni, nata a Cremona, incarna un mito per milioni di followers – una sorta di divinità contemporanea nell’era dei social – Il mito di Chiara Ferragni, diviso fra feroci detrattori e impavidi sostenitori, è un fenomeno sociologico che raccoglie milioni di seguaci in tutto il mondo, fotografando un’istantanea del nostro tempo”.

Anche Fedez ha commentato il caso riguardante la presunta “profanazione” degli Uffizi da parte di sua moglie Chiara Ferragni, definendo la polemica “totalmente inutile in un periodo storico in cui le priorità dovrebbero essere altre”. Poi il cantante ha scherzato: “La Cappella Sistina e gli Uffizi non erano mai stati in Tendenza su Twitter e grazie ai ‘vaffa’ che si è presa mia moglie sono stati in Tendenza. Quindi portiamo in alto l’arte italiana tramite i ‘vaffa’ che riceve Chiara Ferragni”.