Università: 34 atenei italiani nella classifica mondiale 2020

Sono 34 gli atenei italiani presenti nella classifica Qs World University Rankings 2020, al primo posto per il nostro paese il Politecnico di Milano

politecnico milano universita

Sono 34 gli atenei italiani entrati nella classifica mondiale dedicata alle Università.

Si tratta della Qs World University Rankings 2020 che vede la presenza italiana aumentare di 4 atenei, salendo quindi dai 30 del 2019 ai 34 del 2020.

Tra quelle italiane a guidare la classifica  è il Politecnico di Milano, come accade ormai da cinque anni, con la novità che nel 2020 entra nella top 150. La celebre università è infatti passata dal 156esimo posto al 149esimo. Il Sant’Anna di Pisa, invece,  tra le più storiche d’Italia si piazza nella top 10 per l’impatto della ricerca prodotta.

Un buon primato dell’Italia anche a livello generale, infatti il nostro Paese è il settimo al mondo per  il numero di atenei presenti in classifica, se si guarda a quella Europea si piazza invece al terzo posto. Prima del Bel Paese si trovano Regno Unito e Germania.

La classifica è arrivata alla  sua sedicesima edizione e vede inseriti al suo interno gli atenei più prestigiosi di tutto il mondo, a stabilire quali sono i migliori  94 mila tra accademici, docenti e ricercatori con l’aiuto di ben 44 mila manager e direttori delle risorse umane.

La lista italiana vede primeggiare, quindi, il Politecnico di Milano che non abbandona da cinque anni il primo posto della classifica nazionale (149esima posizione a livello mondiale). Lo segue  la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa in 177esima posizione mondiale. La stessa dell’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna.

Si passa poi alla 203esima posizione con l’Università la Sapienza di Roma, mentre per trovare un’altra scuola toscana si sale fino al 204esimo posto con la Scuola Normale di Pisa. Alla 234esima posizione l’Università di Padova, mentre alla 302esima l’Università di Milano. Il Politecnico di Torino è in 348esima posizione, 389esimo posto – invece –  per l’Università di Trento che si piazza nella stessa posizione della classifica mondiale con l’Università di Pisa. 424esimo posto per l’ateneo napoletano Federico II, 448esimo per quello fiorentino. Ecco l’elenco delle posizioni successive:

  • Università Cattolica del Sacro Cuore (511 – 520)
  • Università degli Studi di Roma – Tor Vergata (511 – 520)
  • Università degli Studi di Torino (UNITO) (541 – 550)
  • Università degli Studi di Pavia (UNIPV) (581 – 590)
  • Università degli Studi Milano-Bicocca (591 – 600)
  • Università degli Studi di Genova (651 – 700)
  • Università degli Studi di Siena (UNISI) (701 – 750)
  • Università degli Studi di Trieste (UNITS) (701 – 750)
  • Università Ca’ Foscari Venezia (751 – 800)
  • Università degli Studi di Modena e R. Emilia (751 – 800)
  • Università degli Studi di Perugia (751 – 800)
  • Università degli Studi di Brescia (751 – 800)
  • Politecnico di Bari (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Catania (UniCT) (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Ferrara (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Salerno (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Udine (801 – 1000)
  • Università degli Studi Roma Tre (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Palermo (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Bari (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Parma (801 – 1000)
  • Università degli Studi di Verona (801 – 1000).

Altri dati interessanti: l’Università di Bologna è in 74esima posizione per quanto riguarda l’apprezzamento da parte della comunità accademica internazionale, seguita da la Sapienza al 78esimo posto. È invece 61esimo il Politecnico di Milano per quanto riguarda i recruiter internazionali, la Bocconi (che non è nella classifica generale) in questa la si trova al 70eismo posto. Sotto il profilo della proporzione tra docenti e studenti la Scuola Normale Superiore di Pisa è sedicesima al mondo.