Trekking Urbano Itinerari 2020: tutte le città d'Italia aderenti

In programma sabato 31 ottobre, la XVII Giornata Nazionale del Trekking Urbano porterà i visitatori alla scoperta dell'anima 'green' di 68 città italiane

 

Trekking Urbano Itinerari 2020: tutte le città d'Italia aderenti

Sono 68 le città che hanno aderito alla XVII Giornata Nazionale del Trekking Urbano, in programma sabato 31 ottobre, che quest’anno ha per tema: “Com’è GREEN la mia città”. Obiettivo dell’evento è quello di proporre nuovo modo di fare turismo, pensato in chiave sostenibile e “vagabonding”, lontano dai circuiti più conosciuti e più libero, nonché ricco di sorprese.

Si privilegiano, quindi, gli angoli più nascosti e meno noti delle città d’arte italiane e si offre a cittadini e turisti l’occasione di scoprire piccoli tesori poco conosciuti del nostro territorio, portandoli a osservare tutti quei particolari che spesso sfuggono agli occhi dei visitatori.

Cos’è il Trekking Urbano

Sviluppatosi per la prima volta nel 2003 a Siena, dove Mick Jagger è stato protagonista di un curioso siparietto, il Trekking Urbano coniuga sport, arte, gastronomia e desiderio di scoprire gli angoli e i monumenti più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratterizzati da forti dislivelli del suolo e da scalinate.

Una forma di turismo dolce praticabile da tutti e a qualsiasi età, adatta anche ai bambini e alle persone meno allenate, che non necessita di particolari equipaggiamenti: bastano, infatti, abbigliamento e scarpe comode.

Oltre ad apportare benefici al corpo e alla mente, il Trekking Urbano fa bene alle città coinvolte perché permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargando il raggio delle visite alle aree più periferiche dei centri urbani e prolungando i soggiorni.

Cos’è la Giornata Nazionale del Trekking Urbano

In occasione della XVII Giornata Nazionale del Trekking Urbano, ciascuna delle città aderenti all’evento ha preparato diversi itinerari ricchi di sorprese e iniziative speciali, volte a valorizzare e diffondere l’anima ‘green’ e sostenibile dei centri urbani.

A partecipare all’iniziativa, ben 68 località sparse in tutta Italia, da Torino a Catania, passando per Bologna, Lucca, prima città smart in Europa a misura di animale, Terracina e Salerno.

Da Nord a Sud dello Stivale, si offre ai visitatori l’opportunità di tornare a vivere le città in modo sostenibile, scoprendone o rivalutandone gli angoli più nascosti, ascoltando storie e leggende sconosciute di luoghi ricchi di suggestione.

In Toscana sono 8 le città e i borghi che partecipano alla XVII Giornata Nazionale del Trekking Urbano. Tra questi, Siena, città capofila del progetto, propone un itinerario che va dalla Valle di Follonica alla Fonte Nuova d’Ovile, lo storico bacino idrico cittadino, fino ai lavatoi di Fontebranda, dove un tempo le donne facevano il bucato. Il percorso si conclude nel Cortile del Podestà, dove verrà consegnata ai partecipanti una borraccia ecosostenibile in cambio di una bottiglia di plastica.

Trekking Urbano 2020: le città d’Italia aderenti

Di seguito, tutte le città aderenti alla XVII Giornata Nazionale del Trekking Urbano in programma sabato 31 ottobre 2020:

Siena, Aci Castello, Acqui Terme, Albisola Superiore, Amelia, Anagni, Ancona, Asciano, Ascoli Piceno, Asolo, Biella, Bologna, Castelfranco Veneto, Catania, Chieti, Cividale del Friuli, Colli al Metauro, Comacchio, Conegliano, Correggio, Crescentino, Druento, Feltre, Fermo, Follina, Fontaniva, Imperia, Ivrea, Lucca, Macerata, Mantova, Mariano Comense, Marsciano, Massa Marittima, Monselice, Montegrotto Terme, Monteriggioni, Monterosso Almo, Murlo, Narni, Oderzo, Padova, Palmanova, Passirano, Pavia, Pergola, Perugia, Pisa, Prato, Rieti, Rovigo, Salerno, Salsomaggiore Terme, San Giustino, San Marco Argentano, San Severino Marche, Sestri Levante, Sondrio, Spoleto, Tempio Pausania, Termoli, Terracina, Torino, Trento, Udine, Urbania, Urbino, Valdobbiadene, Varese, Vittorio Veneto, Volpago del Montello.