"Thovez 11": un luogo storico a Torino torna a vivere grazie a un progetto di riqualificazione

L'edificio che un tempo ospitava Suore del Sacro Cuore è stato oggetto di un progetto di riqualificazione residenziale e all'avanguardia

thovez11 torino immobiliare

Un luogo di Torino che ha contribuito a definire la storia della città torna a vivere. Si tratta dell’edificio che per più di un secolo ha ospitato le Suore del Sacro Cuore e poi il Lycée Français.

La rinascita è stata possibile grazie a Thovez11. Nello specifico si tratta di un progetto di riqualificazione residenziale di pregio, che vuole contemporaneamente valorizzare l’eredità storica e l’innovazione. La struttura è stata oggetto di recupero e trasformazione, senza però rinunciare a preservare l’architettura originale e nel rispetto dell’ambiente e della natura. La location infatti si trova in zona Crimea, a Torino, immersa in un parco secolare. Le parti storiche sono state valorizzate con lavori di restauro e il parco è stato curato seguendo due direttrici: rispetto della sostenibilità ambientale e contenimento dei costi di gestione e manutenzione.

Per quanto riguarda la salvaguardia del preesistente, ovvero l’antica scuola, questa è stata trasformata in un complesso abitativo contemporaneo che però rispetta l’ambiente e la natura andando a usare un terreno già esistente ed evitando il consumo di nuovo suolo.

L’obiettivo del progetto è stato quello di trovare un equilibrio tra architettura e contesto ambientale, insieme a tecnologia impiantistica e i materiali. Nello specifico tra gli impianti si è fatto uso della geotermia, mentre per quanto riguarda i materiali si è puntato a scelte che potessero abbattere i costi di gestione ma anche ridurre l’impatto ambientale.

Un altro aspetto all’avanguardia del complesso è che vi sono i punti di ricarica per le auto elettriche.

Si tratta di un’operazione da 50 milioni di euro, con un recupero immobiliare che ha perseguito le direttrici di rispetto del territorio e dell’ambiente.

Promotore del progetto è stato il Gruppo Ferrero, mentre l’impresa è la Colombo Costruzioni già nota per aver contribuito alla trasformazione di Milano con il Bosco Verticale di Stefano Boeri e di Torino, la città delle Residenze Reali, con la Nuvola di Lavazza di Cino Zucchi.

Entro dicembre 2018 avverrà la consegna degli appartamenti realizzati, lì dove un tempo si svolgevano le lezioni.

Così quella che è stata la sede per lungo tempo di una delle scuole più illustri della città, ma nel suo periodo di massimo splendore anche di tutta Europa, cambia la destinazione d’uso e diventa una residenza privata.

Pubblica un commento