Terremoto delle Marche, al via restauro per 14mila opere

Più di 14mila opere salvate dal terremoto avvenuto nelle Marche verranno restaurate per essere poi restituite nella loro originaria collocazione

Nel 2016 una forte scossa di terremoto ha colpito il centro Italia causando gravi danni specialmente alle regione Marche. Nel territorio marchigiano sotto le macerie causate dal sisma sono state recuperate numerose opere d’arte che già qualche mese sono oggetto di importanti lavori di restauro.

Nelle Marche circa 14mila opere salvate dalle macerie

Grazie ad un minuzioso lavoro svolto dai carabinieri tutela del patrimonio culturale, dai vigili del fuoco e da volontari sono circa 14 mila le opere ritrovate e sottoposte a restauro in seguito al terremoto che ha colpito il territorio marchigiano. Si tratta per lo più di dipinti, statue, candelabri, arredi sacri, affreschi e migliaia di frammenti e grazie ad un primo finanziamento di 250 mila euro molti di questi potranno tornare alla loro originale bellezza.

Dopo il terremoto si è creata l’esigenza di trovare una collocazione per le opere recuperate dalle macerie, così la regione ha identificato otto luoghi, noti come “ospedali dell’arte ferita“, dove le opere rinvenute sono state depositate e custodite.

Il più grande tra questi è il deposito della Mole Vanvitelliana di Ancona dove si trovano capolavori dal grande valore non solo artistico ma anche identitario. La Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio delle Marche sta ora lavorando per riportare questi splendori nella loro collocazione originaria.

Purtroppo però c’è anche da constatare che alcune delle chiese che ospitavano parte di queste opere sono andate distrutte e per questo sarà necessario realizzare altri luoghi in cui esporle e farle conoscere alla gente.

Le Marche, una regione da scoprire

Terra di artisti, scrittori e poeti le Marche sono una regione che conserva un patrimonio storico, architettonico e naturale davvero unico. Piccoli borghi di origine medioevale, città ricche d’arte e di storia e magnifiche spiagge tutte caratteristiche che rendono questa una delle regioni  più belle d’Italia.

Un viaggio nelle Marche deve assolutamente comprendere una visita alle sue stupende città come Ancona, capoluogo della regione e città dalle origini davvero antiche, Fabriano, la Città della Carta, e Recanati la casa di Giacomo Leopardi.

Il centro di Ancona, in particolare, si trova sulla sommità del Colle Guasco e ospita edifici storici come l’Anfiteatro romano e l’Arco di Traiano, eretto nel I secolo.

Da non dimenticare anche Urbino, una città dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO che è conosciuta a livello internazionale per il suo patrimonio architettonico. La città oltre ad avere dato i natali al pittore Raffaello Sanzio è anche considerata uno dei luoghi simbolo del Rinascimento italiano.

Infine non si può concludere un viaggio nelle Marche senza aver visitato le stupende Grotte di Frasassi, uno dei complessi ipogei più estesi d’Europa e le Lame Rosse, il più grande Canyon delle Marche che si trova nei Monti Sibillini.