Roma, le anatre tornano nella Barcaccia di Piazza di Spagna

Nelle acque della fontana della Barcaccia in piazza di Spagna a Roma sono state nuovamente avvistate le anatre

Roma, le anatre tornano nella Barcaccia di Piazza di Spagna

In questo periodo di emergenza Coronavirus che sta costringendo gli italiani a rimanere bloccati in casa, le città appaiono insolitamente vuote e silenziose.

Anche un luogo generalmente molto affollato, da cittadini e turisti, come ad esempio piazza di Spagna a Roma, ora appare “deserto”, se si fa eccezione per alcune forme di vita che hanno subito catturato l’attenzione: le anatre sono tornate a nuotare nella Barcaccia di piazza di Spagna, a un anno di distanza dal precedente avvistamento datato 23 marzo 2019.

Lo scorso anno, a notare l’insolito “bagnetto” delle anatre nelle acque della fontana della Barcaccia, erano stati i vigili in servizio a piazza di Spagna. Gli animali erano stati poi recuperati dalle associazioni animaliste. Il sospetto, all’epoca, era che qualcuno le avesse abbandonate.

Nei giorni scorsi, per diversi giorni consecutivi, le anatre hanno fatto nuovamente tappa alla fontana della Barcaccia, arrivando all’alba per poi volare via la sera e ritornare, regalando così uno spettacolo insolito e affascinante a chi ha potuto ammirarle. Le foto hanno fatto subito il giro del web.

La fontana della Barcaccia, realizzata da Pietro Bernini (con l’aiuto del figlio Gian Lorenzo) è uno dei luoghi-simbolo della città di Roma, tappa fissa per i turisti che vengono a visitare la Capitale. Si trova, come detto, in piazza di Spagna, più precisamente ai piedi della celebre scalinata di Trinità dei Monti. Da sempre ammirata per la sua bellezza, negli ultimi giorni la fontana è stata impreziosita dalla presenza di splendidi esemplari di anatre.

Non è il primo avvistamento insolito in Italia in questo periodo di emergenza Coronavirus: lo stop ai traghetti, ad esempio, ha fatto tornare limpide le acque dei canali di Venezia, che si sono così riempite di pesci. Non solo: a Cagliari i vigili del Fuoco hanno immortalato una coppia di delfini che saltava e nuotava a pochissimi metri dalle banchine.

A Milano, infine, decine di lepri sono apparse saltellanti in uno spazio verde nella periferia nord-ovest del capoluogo lombardo, tra i quartieri Quarto Oggiaro e Gallaratese. Serene e incuranti delle sirene delle ambulanze, le lepri, che prima si mostravano solo di notte, ora popolano l’area verde anche di giorno.