La Regina Elisabetta beve italiano: svelato il "segreto reale"

Un prosecco italiano conquista Elisabetta II d'Inghilterra: la regina ha scelto un prodotto trevigiano per la sua esclusiva linea di bollicine reali

Il prosecco conquista la Regina d'Inghilterra

Elisabetta II, la Regina d’Inghilterra, ha un “segreto reale” che riguarda l’Italia: la sovrana britannica ama particolarmente il prosecco e ne ha scelto uno italiano, quello proveniente dal vigneto Dogarina di Campodipietra in provincia di Treviso, per riempire le sue bottigliette da 20 cl commercializzate sotto l’insegna reale.

Dopo il gin e la birra targati royal, la Regina Elisabetta II d’Inghilterra adesso ha anche la sua linea di bollicine blasonata. Il vino scelto per riempire le graziose bottigliette è il prosecco italiano proveniente dal vigneto Dogarina di Campodipietra. Il prosecco, a denominazione di origine controllata, è prodotto esclusivamente per Sandringham ed è disponibile solo nell’area di Norfolk.

Il prosecco che ha conquistato la Regina Elisabetta

Il prosecco d’annata della Regina Elisabetta II sta fruttando molto bene nei negozi di merchandising della corona inglese. La bottiglia costa circa 15 sterline e i sudditi britannici sembrano apprezzarlo molto, sia per il savoir faire italiano, sia per le raffinate confezioni decorate con un piccolo pettirosso natalizio.

In molti si sono chiesti perché, tra tanti vini, la Regina d’Inghilterra abbia scelto proprio uno italiano. La risposta è molto semplice: il prosecco di del vigneto Dogarina di Campodipietra è amato in maniera particolare da Elisabetta II. Dietro la scelta c’è anche un altro motivo: la decisione di commercializzare un prosecco nella Royal Norfolk Estate non è per niente casuale. La Regina Elisabetta II ha voluto rendere omaggio alle origini italiane di Sienna, l’ultima pronipote di Sua Maestà, nata il 18 settembre del 2021 dall’unione della principessa Beatrice con il conte Edoardo Mapelli Mozzi di origini italiane.

La reazione del Gruppo Vivo Cantine

Il direttore generale del Gruppo Vivo Cantine che produce il Prosecco Vigna Dogarina di Campodipietra, ha commentato così la scelta della Regina Elisabetta di commercializzare il prodotto trevigiano sotto le insegne reali: “Arriva d’oltre Manica una conferma importante del valore delle nostre pregiate produzioni di Prosecco Dogarina di Campodipietra. Da anni il nostro Prosecco è molto apprezzato in Inghilterra, come conferma il trend delle esportazioni in costante crescita verso il Regno Unito.

Per noi è un autentico onore, come riportano importanti quotidiani inglesi, che la Regina abbia scelto proprio il nostro Prosecco Vigna Dogarina di Campodipietra, per il suo consumo personale e per la sua linea di bollicine blasonata. È di fatto un importante riconoscimento della dedizione per il lavoro, della passione per l’ambiente, della importanza di valori e ideali che il nostro prodotto esprime a livelli di sicura eccellenza”.

Il vino amato dalla Regina e che viene servito a Corte arriva direttamente da una cantina di una frazione del Comune di Salgareda in provincia di Treviso, inserita nella classifica delle migliori province d’Italia per qualità della vita. La cantina confeziona appositamente per la Royal Family piccole bottiglie di Prosecco Doc decorate con un’etichetta festiva, che presenta un pettirosso, agrifoglio e abeti.

Dall’Inghilterra arriva, dunque, l’ennesima dimostrazione di apprezzamento nei confronti dei prodotti Made in Italy. In questo caso a trionfare è il prosecco, vino prodotto tra le colline dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Nel corso del 2021 è ripartita la “battaglia del prosecco“: motivo della discordia è il Prosek croato, un vino che ricorda tanto, forse troppo, l’originale prosecco italiano.