Due città italiane pronte a lanciare il bike drive-in

Mantova e Torino abbracciano il progetto Bike-In che permette agli spettatori di poter assistere ai concerti in bici, garantendo sicurezza e distanziamento

Bici

Per non rinunciare alla stagione dei concerti, mantenendo le distanze di sicurezza in tempi di Coronavirus, due città italiane sono pronte a lanciare il bike drive-in.

L’idea di assistere agli spettacoli in sella alle due ruote e all’aria aperta sta suscitando l’interesse di diverse città italiane. Il progetto intitolato Bike-In offre la massima sicurezza per gli spettatori, garantisce il distanziamento sociale e contribuisce al tempo stesso alla riduzione del traffico e dell’inquinamento, permettendo a tutti di godere dell’evento musicale.

Questa idea potrebbe salvare la stagione degli spettacoli all’aperto, messa seriamente a repentaglio dall’emergenza Coronavirus. A proporla sono state tre grandi agenzie che vantano grande esperienza nel mondo dell’intrattenimento: Fresh Agency, Live Club e Shining Production.

Il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, ha accolto la proposta con grande entusiasmo. Il primo cittadino è pronto a portare il Drive-In in bici nella zona di Campo Canoa, consentendo così ai mantovani di poter assistere ai concerti grazie all’utilizzo della bicicletta che diventa un mezzo essenziale per ritrovarsi all’aria aperta e condividere un’esperienza autenticamente sociale.

Insieme a Mantova, anche la città di Torino si è fatta avanti, mostrando interesse verso questa iniziativa. Mirco Repetto, il direttore del teatro Concordia Venaria Reale, si è detto disponibile all’idea di offrire spettacoli al pubblico in bici, proponendo una sorta di “bike-cartellone” tra il mese di luglio e quello di settembre.

Il progetto Bike-In è firmato da Fulvio De Rosa, direttore di Live Club, Shining Production e consigliere di Assomusica. L’iniziativa prevede la realizzazione di grandi box riservati con postazioni singole o doppie. Si tratta di spazio sicuri e personalizzabili, con corridoi di passaggio che garantiscono la sicurezza di partecipanti e operatori.

Gli spettatori potranno muoversi in libertà, rilassarsi e anche ordinare da bere e da mangiare guardando lo spettacolo in assoluta serenità. Il Bike-In rappresenta un’idea di intrattenimento ecologico alternativo al classico Drive-In con le auto e porterebbe il pubblico a vivere un’esperienza diretta con lo show.

Al tempo stesso, l’iniziativa garantirebbe la sopravvivenza di un settore, quello dei concerti, che risulta essere tra i più penalizzati a causa del Coronavirus. Lo spettacolo diventa un’occasione per vivere la città pedalando e contribuire a combattere l’inquinamento spostandosi in bicicletta.