Milano, alla scoperta della nuova linea metropolitana Blu M4

Viaggio alla scoperta della nuova M4 - Linea Blu di Milano che collegherà la città da est a ovest, proiettandola sempre di più in uno scenario europeo

È sempre più vicina la nuova metropolitana M4 – Linea Blu che proietterà ancora di più la città meneghina in uno scenario europeo, anche dal punto di vista dei trasporti.

Sono già quasi ultimate molte delle fermate, così come i lavori alla stazione di Linate, che permetterà di raggiungere il centro del capoluogo lombardo in soli 12 minuti.

Sulla pagina Facebook ‘Metro4 Milano’ è, intanto, iniziato un vero e proprio viaggio alla scoperta della nuova M4, che documenterà lo stato di avanzamento dei lavori per la nuova metropolitana di Milano, consentendo ai visitatori virtuali di entrare nei cantieri delle stazioni della Linea Blu.

La prima puntata del tour è dedicata proprio a Linate, che sarà dotata di copertura mista acciaio-vetro, che sfrutta la luce esterna per illuminare il mezzanino, di area “kiss&ride” per la sosta veloce e di una fermata per i mezzi pubblici.

La sua collocazione permetterà di raccogliere i flussi di passeggeri che arrivano in aeroporto, agevolando l’interscambio con le auto provenienti dai Comuni a Est di Milano (viabilità provinciale Circonvallazione Idroscalo – Paullese) e con il trasporto pubblico in superficie.

Il prossimo cantiere da visitare, sempre sulla pagina Facebook ‘Metro4 Milano’ , sarà quello della stazione M4 di Repetti (ex Forlanini Quartiere).

Nel frattempo, si apprende sui social, sono partiti i lavori propedeutici alla realizzazione dei cunicoli di collegamento con le gallerie del manufatto San Damiano. Queste attività dureranno alcuni giorni e prevedono il congelamento del sottosuolo al livello dei tunnel tramite l’utilizzo di azoto liquido. “Per l’escursione termica – l’avviso del Comune di Milano su Facebook – dal camino installato tra via Mozart 2 e Villa Necchi, sarà visibile la fuoriuscita di una condensa bianca”.

M4: la nuova Linea Blu di Milano

La nuova M4 – Linea Blu di Milano è una metropolitana senza guidatore che collegherà il centro storico con la parte Est (Q.re Forlanini e Aeroporto Linate) e con la parte Ovest (Q.re Lorenteggio e Stazione San Cristoforo).

Sarà lunga circa 15 chilometri con 21 stazioni e attraverserà in soli 30 minuti la città, arrivando a trasportare 86 milioni di passeggeri. La velocità massima prevista è di 80 km/ora.

La metropolitana leggera ad automatismo integrale si presenta come una nuova soluzione rapida, confortevole e non inquinante che permetterà di ridimensionare il traffico a vantaggio del trasporto pubblico, con benefici considerevoli per chi vive e lavora nella città meneghina e per l’ambiente, tema sempre più sentito a Milano, alle prese con la sua ‘sfida verde’.

L’innovativo sistema di guida automatica (“driverless”, ovvero senza conducente) adotta una tecnologia per il controllo intelligente del traffico, che garantisce ai passeggeri i più elevati standard di sicurezza. Secondo le stime, la M4 – Linea Blu di Milano consentirà una riduzione di 14 milioni di spostamenti in auto ogni anno.

Il cronoprogramma dei lavori prevede l’attivazione anticipata di 3 tratte funzionali: la tratta Linate–Forlanini Fs, che entrerà in funzione entro gennaio 2021, la tratta Linate-Stazione Dateo (prevista entro giugno 2022), la Linate–Piazza S. Babila (entro dicembre 2022), per finire nel luglio 2023 con l’ultima tratta fino a S.Cristoforo.

Con la nuova M4 – Linea Blu, la rete metropolitana di Milano diventerà la sesta in Europa e il capoluogo lombardo si avvicinerà sempre di più agli standard qualitativi delle altre grandi capitali europee (nella foto in basso, i cantieri della M4 nell’agosto 2019).

Milano, alla scoperta della nuova linea metropolitana Blu M4

M4 – Linea Blu: le due nuove fermate

La linea M4 arriverà fino a Segrate con due nuove fermate, oltre quella di Linate: Idroscalo e Westfield, il centro commerciale più grande d’Europa. Il primo passo sarà l’approfondimento dello studio di fattibilità, approvato l’anno scorso durante una riunione che ha coinvolto i soci di M4, Sea (che gestisce l’aeroporto di Linate) e i rappresentanti del colosso australiano che contribuirà alle spese del progetto. Il nuovo studio costerà 700mila euro e costituirà il primo passaggio formale per il prolungamento.

Si ringrazia il Comune di Milano per il video e per la foto qui sotto.

M4