I migliori vini delle Marche tutti da gustare

Il paesaggio collinare e il clima favorevole rendono le Marche un territorio favorevole per la produzione di vini tra cui spiccano bianchi e rossi gustosi

I migliori vini delle Marche

Le Marche si distinguono non solo per patrimonio storico e artistico ma anche per prodotti tipici e vini. Il paesaggio collinare e il clima favorevole sono il segreto del successo della regione che attualmente coltiva oltre 200 varietà di vitigni tra cui trionfano il Sangiovese, il Montepulciano, il Verdicchio e il Trebbiano.

I migliori vini rossi delle Marche

La regione produce vino in ogni sua provincia collezionando ben venti vini tra DOCG e DOC. Tra i rossi imperdibile è il Rosso Piceno prodotto nelle province di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo e Macerata. Questo vino ha un colore rosso rubino intenso e profumi fruttati, grazie al suo sapore si abbina alla perfezione a salumi e formaggi locali ma anche a piatti piccanti.

Tra i vini DOCG della regione c’è anche il Conero, noto fino al 2004 con il nome di Rosso Conero Riserva, che conquista con il suo sapore armonico e ricco unito ad un odore estremamente gradevole. Altro vino rosso DOCG amato in tutta Italia è l’Offida che si produce nelle zone di Fermo e Ascoli Piceno; con il suo profumo complesso ed etereo conquista i palati più esigenti grazie al sapore secco ma bilanciato e caratteristico.

I migliori vini bianchi delle Marche

Se dovessimo pensare all’associazione “vini” e “Marche” il primo a venire in mente è sicuramente il Verdicchio, un vino bianco dal colore giallo paglierino tenue e un sapore asciutto con retrogusto amarognolo.

Tra i vini bianchi più amati nelle Marche c’è il Falerio dei Colli Ascolani; con il suo color giallo paglierino e il profumo fruttato conquista i palati degli intenditori con un sapore fresco e allo stesso tempo secco e sapido.

Altri due vini bianchi particolarmente apprezzati sono la Passerina e il Pecorino. Quest’ultimo risulta più strutturato e vanta una freschezza importante abbinata ad un profumo che vuole ricordare le erbe di campo. La Passerina è invece un vino più leggero e bevibile; entrambe le proposte si abbinano alla perfezione alle portate di pesce tipiche della regione.

Terra di vini bianchi, le Marche si introducono anche nel settore bollicine con il celebre spumante Vernaccia di Serrapetrona. Prodotto nella provincia di Macerata si propone come un vino persistente a grana fine con un sapore secco, dolce e dal fondo leggermente amarognolo.