Migliori oli, la guida 2021 di Slow Food: ecco le 36 chiocciole

La Guida agli extra vergini 2021 di Slow Food ha assegnato le 36 nuove chiocciole alle aziende che si sono distinte in Italia nella produzione di olio

Olio Slow Food 2021: le nuove chiocciole

Nuova edizione della Guida agli extra vergini: il punto di riferimento nel settore dell’olio d’oliva in Italia anche nel 2021 indica le aziende italiane che di distinguono per la loro totale coerenza con la filosofia Slow Food.

Migliori Oli d’Italia: la Guida agli extra vergini 2021

La guida del 2021 ha assegnato le nuove 36 chiocciole che sono andate ai produttori in grado di rispettare i parametri di Slow Food. In tutto sono state 838 le aziende segnalate e 1328 gli oli di qualità recensiti sui 1500 assaggiati dagli esperti della guida, strumento indispensabile a disposizione del consumatore per districarsi nel complesso e affascinante mondo dell’olio d’oliva.

L’edizione 2021 della guida, inoltre, rappresenta uno strumento molto prezioso anche per le aziende: le aiuta a raccontarsi e a promuovere il proprio lavoro in tutta Italia. Da oltre 20 anni, la Guida agli extra vergini oltre a offrire uno spaccato dell’olio proveniente da ogni regione, fa da incentivo al confronto e al miglioramento continuo per tutto il settore.

La regione più rappresentata nelle 36 nuove chiocciole del 2021 è la Toscana con ben 6 riconoscimenti: Tenuta Lenzini e Alle Camelie di Capannori in provincia di Lucca; Leonardo Salustri di Cinigiano, provincia di Grosseto; Val di Lama di  Pontedera, provincia di Pisa; Stefano Spinelli di Lamporecchio, provincia di Pistoia; Fattoria Altomena di Pelego, provincia di Firenze.

Dietro la Toscana, la seconda regione per numero di chiocciole ricevute è il Lazio che se ne porta a casa ben 5. Due riconoscimenti vanno ad altrettanti produttori della provincia di Viterbo: Sciuga-Il Molino di Montefiascone e Colli Etruschi di Brera. Altre due chiocciole per la provincia di Latina: a Paola Orsini di Priverno e Mandrarita di Itri. Premiato anche Augusto Spagnoli di Nerola, in provincia di Roma.

Guida agli extra vergini 2021: le 36 chiocciole

VENETO

  • La Contarina – Illasi (VR)

TRENTINO ALTO ADIGE

  • Laghel7 – Arco (TN)
  • Tenuta Maso Bòtes – Arco (TN)

EMILIA ROMAGNA

  • Tenuta Pennita – Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC)

TOSCANA

  • Alle Camelie – Capannori (LU)
  • Tenuta Lenzini – Capannori (LU)
  • Leonardo Salustri – Cinigiano (GR)
  • Stefano Spinelli – Lamporecchio (PT)
  • Fattoria Altomena – Pelago (FI)
  • Val di Lama – Pontedera (PI)

MARCHE

  • Fiorano – Cossignano (AP)
  • Agrobiologica Foglini Amurri – Petritoli (FM)
  • I Tre Filari – Recanati (MC)

UMBRIA

  • Le Pietraie – Città di Castello (PG)
  • Fontanaro – Paciano (PG)
  • Giovanni Batta – Perugia (PG)

LAZIO

  • Colli Etruschi – Blera (VT)
  • Mandrarita – Itri (LT)
  • Sciuga – Il Molino – Montefiascone (VT)
  • Augusto Spagnoli – Nerola (RM)
  • Paola Orsini Priverno (LT)

ABRUZZO

  • Tommaso Masciantonio – Casoli (CH)
  • Davide Iacovella – Chieti (CH)
  • Frantoio Mercurius – Penne (PE)
  • Giardini di Giulio – Tocco da Casauria (PE)

MOLISE

  • Giorgio Tamaro – Termoli (CB)

CAMPANIA

  • Maria Ianniciello – Grottaminarda (AV)
  • Terre di Molinara – Molinara (BN)

PUGLIA

  • Intini – Alberobello (BA)
  • De Carlo – Bitritto (BA)

SICILIA

  • Terraliva – Buccheri (SR)
  • Vernera – Buccheri (SR)
  • Vincenzo Signorelli – Paternò (CT)
  • Titone – Trapani (TP)

SARDEGNA

  • Sebastiano Fadda – Oliena (NU)
  • Masoni Becciu – Villacidro (CA)