Mauro Morandi, il custode di Budelli lascia l'isola dopo 32 anni

Mauro Morandi, il custode eremita che per 32 anni ha vissuto da solo a Budelli, lascia l'isola: lo sfogo social del "Robinson Crusoe italiano".

Mauro Morandi

Mauro Morandi, il “Robinson Crusoe italiano” ,la cui storia ha fatto il giro del mondo, si prepara a lasciare Budelli dopo 32 anni di permanenza sull’isola in “solitaria”.

Ad annunciarlo, via ‘Facebook’, è stato lo stesso 82enne custode-eremita di Budelli, unico abitante per 32 anni di quell’area grande 1,6 chilometri quadrati che affaccia sulla Spiaggia Rosa. Morandi è arrivato sull’isola nel 1989, a 50 anni, su un catamarano acquistato con alcuni amici per raggiungere la Polinesia. Lì ha poi deciso di restare, facendo da guida e vigilando su intrusi o eventuali incendi.

A breve, a Budelli, che dal 2016 è di proprietà del Parco nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, partiranno i lavori di ristrutturazione del fabbricato in cui vive Mauro Morandi.

Lo sfogo di Mauro Morandi, custode-eremita di Budelli

Sulla sua pagina ‘Facebook’, Mauro Morandi ha spiegato i motivi del suo addio a Budelli: “È una ventina di anni che lotto contro chi mi vuole mandare via, anche se sostenuto, psicologicamente e non solo, da Budelli e da tutti voi che mi sostenete. Ora però mi sono veramente rotto le pal*e e me ne andrò sperando che in futuro Budelli sia salvaguardata come io ho fatto da ben 32 anni. Ciao ragazze e ragazzi. Vedrete ancora le mie foto da un altro posto. tanto la Sardegna è tutta bella”. Tra i commenti al post, Morandi ha poi spiegato che si trasferirà nell’arcipelago de La Maddalena.

Il ‘Corriere della Sera’ ha riportato ulteriori dichiarazioni di Mauro Morandi, “scampato” a uno sfratto alcuni mesi fa anche grazie a una imponente raccolta firme.

Le sue parole: “Ho già trovato una casa in affitto a La Maddalena, nei prossimi giorni mi trasferirò là. Mi mancherà il contatto con la terra e dovrò abituarmi a una nuova vita, io che ho sempre odiato gli uomini e preferito la natura”-

Ancora Morandi: “Ora comincerà una nuova vita. Negli ultimi anni ho trovato l’amore, io e C. ci siamo conosciuti a distanza, al telefono: io a Budelli e lei a Benevento. Fa la professoressa, ama gli animali. È stata lei a contattarmi per prima su Facebook. La distanza e il suo lavoro ci hanno divisi, ci siamo visti poco, ma ci amiamo. Ora che dovrò costruirmi una vita fuori dall’isola sogno di costruirmela con lei”.

Il “Robinson Crusoe italiano” ha però lanciato un’ultima proposta: “Ultimati i lavori di ristrutturazione, sono disposto a tornare a Budelli a fare il guardiano giorno e notte e per puro volontariato. Lo faccio senza chiedere un euro, non voglio essere assunto e non voglio uno stipendio. Nulla. Non credo mi chiameranno. Ci ho già provato, ma dicono che a 82 anni sono troppo vecchio. Io comunque non perdo le speranze”.

Budelli

Morandi lascia Budelli: il commento del Parco de La Maddalena

Michele Zanelli, direttore dell’ente Parco Nazionale de La Maddalena, ha dichiarato al ‘Corriere della Sera’: “I lavori sono necessari e finanziati dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito dell’efficientamento energetico. Abbiamo dato a Morandi tutto il tempo che ci ha chiesto per trovarsi un’altra sistemazione, ma adesso dobbiamo necessariamente intervenire, perché il nostro obiettivo è garantire una migliore fruizione di quell’angolo di paradiso, sanando anche qualche abuso edilizio compiuto attorno all’edificio occupato fino a oggi da Morandi, che anche se non vivrà più qui, a Budelli potrà venirci sempre. Ha avuto la possibilità di godere di questo angolo per 30 anni, ma tutto ha una fine“.

Zanelli ha poi aggiunto: “È evidente che verrà meno un punto di riferimento, ma da quest’estate manderemo a Budelli delle guide che daranno indicazioni sul posto, installeremo delle videocamere di sorveglianza h24. Insomma, non abbandoneremo l’isola”.