Budelli, 60mila firme per salvare il custode: "Resti sull'isola"

Una petizione con oltre 60mila firme, rivolta al ministro dell'Ambiente Sergio Costa, chiede che a Mauro Morandi sia concesso di restare a Budelli

Mauro Morandi

Il mondo del web si sta mobilitando per Mauro Morandi, guardiano solitario dell’Isola di Budelli, ora “sotto sfratto“.

Una recente ordinanza firmata da Fabrizio Fonnesu, presidente del Parco nazionale Arcipelago di La Maddalena, prevede infatti la demolizione di tutti gli abusi edilizi rimasti sull’isola, incluso il rudere dove vive Morandi. La decisione è stata prese in concomitanza con i nuovi divieti imposti ai visitatori di Budelli al fine di tutelare la Spiaggia del Cavaliere, che “rischia di sparire”.

Mauro Morandi, di 81 anni, da 31 a guardia di una delle più belle isole del Mediterraneo, ha lanciato un appello tramite la ‘Cnn’ al fine di poter restare sull’isola di Budelli. Queste le sue parole: “Sono pronto a fare tutto il possibile per rimanere qui, anche se ciò significa che dovranno trascinarmi via. Non saprei dove altro andare a vivere, né cosa fare. Questa è la mia vita”.

Il web si è subito stretto attorno a lui. Sulla piattaforma change.org è stata lanciata una petizione indirizzata al ministro dell’Ambiente Sergio Costa che ha l’obiettivo di convincere le Istituzioni a permettere a Mauro Morandi di restare sull’isola di Budelli. In soli due giorni è stato superato il traguardo delle 60mila firme. Ora l’obiettivo è raggiungerne 75mila.

Secondo i promotori della petizione, Morandi potrebbe essere utilmente lasciato a custode del cantiere sull’isola di Budelli in modo da controllare e, allo stesso tempo, non essere costretto a lasciare la sua casa.

Non è la prima volta che viene lanciata una petizione a sostegno del custode dell’isola di Budelli. Già nel 2017, infatti, in seguito all’acquisizione del bene da parte dello Stato, era stato deciso che Morandi avrebbe dovuto lasciare Budelli e la sua famosa spiaggia rosa. Allora, bastarono 18mila firme per bloccare lo “sfratto” al “Robinson Crusoe italiano”.

Alla ‘Cnn’, Morandi nei giorni scorsi ha anche detto: “Qua non c’è nessuno, la bellezza è dove non esiste l’uomo. L’isola la conosco a memoria, sono diventato un po’ un botanico. La Spiaggia Rosa è incontaminata, ora non è nemmeno più tanto rosa. Fino al 1994 venivano 3000 persone al giorno e tutti si portavano via la sabbia, volontariamente o involontariamente. Ci sono voluti 20 anni per distruggere quello che la Natura ha fatto in 10 mila anni”. E poi: “Credo di restare qua fino a che la possibilità fisica me lo permetta. Sono molto sereno e tranquillo e vivo bene anche da solo. Io amo Budelli e sembra quasi che Budelli ami me”.