Leonardo e Warhol alla Cripta di San Sepolcro in una mostra unica

Si chiama "Leonardo e Warhol - The Genius Experience" ed è la mostra immersiva con anche opere originali ospitata nella Cripta di San Sepolcro a Milano

Ha preso il via il primo marzo la prima mostra immersiva, con anche opere originali, che fa incontrare Leonardo da Vinci e Andy Warhol, dal titolo “Leonardo e Warhol – The Genius Experience”, curata da Giuseppe Frangi. La location è quella della Cripta di San Sepolcro dove, in occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla morte di Leonardo, si terrà la mostra fino al 30 giugno 2019.

All’interno della chiesa più antica del capoluogo lombardo il percorso guiderà nella Milano di da Vinci e si concluderà con la visione di “The Last Supper” di Warhol,  opera datata 1986 che reinterpreta il capolavoro leonardesco.

Il curatore Giuseppe Frangi ha spiegato che attraverso questo percorso espositivo hanno voluto raccontare: “Cosa ha rappresentato Leonardo per Milano: diciotto anni di permanenza che hanno lasciato un segno profondo nella città, in un luogo che per Leonardo era profondamente significativo, perché lui reputava che la Cripta di San Sepolcro fosse il centro di Milano”.

La mostra è nata dall’idea del Gruppo MilanoCard (in co-produzione con la Veneranda Pinacoteca e Biblioteca Ambrosiana e il Credito Valtellinese) e rientra nell’ottica di una serie di progetti che vogliono riaprire o rivalutare luoghi storici milanesi. Un altro esempio vincete di progetti portati avanti dal Gruppo MilanoCard potrebbe essere quello del Cinema Bianchini, itinerante, che porta le grandi pellicole in luoghi affascinanti e unici del capoluogo lombardo. Ultimo in ordine di tempo l’Archivio e il Sepolcro della Ca’ Granda in via Francesco Sforza.

A proposito della mostra “Leonardo e Warhol – The Genius Experience” l’amministratore delegato del Gruppo MilanoCard  Edoardo Scarpellini ha detto: “Abbiamo visto che si sta sviluppando molto l’offerta di mostre immersive in tutta Italia, l’elemento che secondo noi mancava era la presenza di opere reali. Quindi abbiamo voluto unire l’immersivo, con il multimediale, che però ora amplifica le opere originali. Da qui l’idea di esporre Andy Warhol, che torna a Milano dopo diversi anni, nel 500esimo della morte di Leonardo reinterpretando la sua opera forse più conosciuta”.

La mostra, che si snoda nella chiesa sotterranea più antica di Milano, sarà visibile dal primo marzo al 30 giugno 2019. È aperta al pubblico dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20. Sono previsti anche speciali laboratori per bambini.