Lago di Alleghe, una storia lunga 250 anni

Il Lago di Alleghe compie 250 anni: la storia di come è nato questo bacino d'acqua delle Dolomiti, la leggenda che lo vede protagonista e le attrazioni

Lago di Alleghe

Lo scorso 11 gennaio 2021 il Lago di Alleghe ha compiuto i suoi primi 250 anni di vita. Nello stesso giorno, ma nel 1771, infatti, un’enorme frana si staccò dal monte Piz, ostruendo il corso del torrente Cordevole e formando una diga naturale, che originò così questo lago di sbarramento che si trova in provincia di Belluno, diviso tra i comuni di Alleghe e Rocca Pietore e circondato da alcune delle vette più imponenti delle Dolomiti UNESCO (il Monte Civetta e le cime del Gruppo della Marmolada).

Il Lago di Alleghe e la frana del 1771

La frana del 1771 riversò nelle acque del torrente Cordevole quasi 30 milioni di metri cubi di materiale. La frana travolse il villaggio di Riete, seppellì l’abitato di Marin e in parte Fusine, provocando la morte di 49 persone.

Le acque del nuovo invaso originato dalla frana iniziarono poi a sommergere la campagna circostante e il villaggio di Peron, nel fondo valle. Nelle settimane seguenti, la stessa sorte toccò poi ai villaggi di Soracordevole, Sommariva, Costa e Torre, costringendo 208 persone ad abbandonare le loro case in pieno inverno.

Una seconda frana di dimensioni minori, nel maggio dello stesso anno, collassò nel bacino che si era appena formato. La seconda frana provocò un’onda d’acqua che risalì verso la valle del torrente Zunaia, raggiungendo Alleghe e distruggendo la canonica, parte della chiesa e alcune case che erano state risparmiate al momento della formazione del lago.

La leggenda narra che il campanile della chiesa di Alleghe crollò e finì sommerso e che oggi, nei giorni in cui le acque del lago sono particolarmente pulite, è possibile vedere la punta del campanile sommerso. In realtà, stando ai documenti, il campanile della chiesa rimase intatto.

Il Lago di Alleghe oggi: cosa fare e vedere

A distanza di 250 anni dalla terribile frana che provocò la morte di 49 persone, il Lago di Alleghe è oggi uno dei laghi più famosi delle Dolomiti, nonché apprezzata meta turistica della Val Cordevole.

D’estate il Lago di Alleghe si contraddistingue per la colorazione verde intensa mentre durante gli inverni più rigidi il ghiaccio ricopre la superficie dell’acqua, offrendo uno spettacolo altrettanto suggestivo. Fino agli anni settanta, il lago era utilizzato come stadio all’aperto dalla squadra locale di hockey (l’Alleghe Hockey).

La balneazione del lago non è permessa ovunque, ma è possibile navigare con barche a remi e pedalò e pescare. Particolarmente piacevole è la passeggiata che circonda il Lago di Alleghe e si estende fino al centro abitato di Caprile grazie a una pista ciclabile panoramica con vista suggestiva sul Monte Civetta. Un’altra piacevole escursione è quella che unisce il Lago di Alleghe al celebre villaggio di Bramezza, situato nel comune di Rocca Pietore.

Durante l’anno, Alleghe ospita alcuni importanti eventi, come il Giro del Lago di Alleghe in Notturna (corsa podistica non competitiva e aperta a tutti) e le Barche Illuminate sul Lago di Alleghe (concorso di barche allegoriche con show pirotecnico).

Alleghe di notte