Un artista ha dipinto l'Inferno di Dante su 33 violini

L'artista Leonardo Frigo ha reso omaggio a Dante Alighieri nell'anno in cui si celebrano i 7 secoli dalla sua morte dipingendo l'Inferno su 33 violini.

Nell’anno in cui si celebrano i 7 secoli dalla morte di Dante, l’artista e violinista Leonardo Frigo ha deciso di rendere omaggio al Sommo Poeta dipingendo a mano l’Inferno di Dante su 33 violini e un violoncello. Ogni violino rappresenta un canto. L’opera d’arte, completata nel dicembre 2020 dopo 5 anni di lavoro, è stata presentata in anteprima al museo Royal Institution of Great Britain, ad Harrods e all’evento Bond Street Awards a Londra.

Dante Alighieri - Inferno

Il progetto “Dante Alighieri – Inferno” di Leonardo Frigo

“Dante Alighieri – Inferno” è un progetto concepito e sviluppato da Leonardo Frigo, che ha dipinto a mano a china le illustrazioni ispirate all’Inferno di Dante su 33 violini e 1 violoncello.

“L’Inferno di Dante mi ha sempre ispirato fin da bambino, probabilmente posso dire che mi ha insegnato a immaginare e sognare” ha scritto lo stesso Leonardo Frigo sul suo sito internet.

Sulla superficie dei violini sono presenti simboli, scene e personaggi chiave tratti dall’immaginario del poema scritto da Dante Alighieri. Ogni violino, dipinto, verniciato e poi installato sulla propria base, è accompagnato da un testo descrittivo, in lingua italiana e in lingua inglese, che analizza e mette in luce tutti i particolari.

Dante Alighieri - Inferno

Dante Alighieri – Inferno: l’obiettivo di Leonardo Frigo

Con il progetto “Dante Alighieri – Inferno”, Leonardo Frigo ha voluto celebrare i 700 anni dalla morte di Dante, anniversario che cade nel 2021. L’intera opera nasce dal desiderio dell’artista di condividere, promuovere e far conoscere la cultura italiana in tutto il mondo e in una chiave diversa rispetto al solito.

Dipingendo l’Inferno di Dante sugli strumenti musicali, Leonardo Frigo permette allo spettatore che osserva le sue opere di studiare e leggere i canti della Divina Commedia in una maniera inusuale.

In un video pubblicato sul suo profilo Instagram ufficiale (da cui sono tratte le foto presenti in questo articolo), Leonardo Frigo ha spiegato: “Tutti i miei violini sono ispirati a una specifica storia oppure a una biografia. Di solito comincio leggendo e poi trasferisco tutto sui violini. Ogni strumento richiede tra le 150 e le 200 ore di lavoro”.

E poi: “Mi piace pensare che anche i miei violini possano essere letti come un libro”.

Ancora Leonardo Frigo: “Il mio obiettivo è condividere l’arte di Dante con quante più persone possibili, ma anche il patrimonio culturale italiano. Ritengo inoltre importante condividere tutti i passaggi del mio lavoro con il pubblico. Molti provano a rifarlo a casa loro e spesso mi mandano le foto dei loro lavori, mi chiedono consigli e sono orgoglioso di essere d’ispirazione”.

Leonardo Frigo

Chi è Leonardo Frigo

Leonardo Frigo è un artista e violinista molto apprezzato nella comunità artistica del Regno Unito. In passato, ancor prima del progetto “Dante Alighieri – Inferno”, ha realizzato anche una serie di violini dedicata alla città di Pompei, ad Antonio Vivaldi e ai sette vizi capitali.