Guida Street Food 2021: tutti i premiati, regione per regione

Presentata la nuova guida 2021 dedicata al miglior Street Food in Italia: ecco la lista completa dei 20 Campioni Regionali e i premiati speciali

Guida Street Food 2021: tutti i premiati, regione per regione

Dopo quella sui migliori Panettieri d’Italia, Gambero Rosso ha presentato una nuova guida, dedicata stavolta allo Street Food.

Anche quest’anno, come già nelle precedenti edizioni, la guida Street Food ha eletto 20 nuovi Campioni Regionali, a cui sono stati aggiunti due Premi Speciali: “Street Food da Chef“, per la rielaborazione inedita di un piatto tipico dello street food nell’alta cucina, e “Street Food on the road“, rivolto alla migliore proposta di cibo di strada itinerante.

La presentazione della Guida Street Food 2021 si è tenuta nella cornice esterna del ristorante Mediterraneo del MAXXI a Roma, che ha ospitato i campioni regionali e i premiati speciali della nuova edizione della guida.

Guida Street Food 2021: i 20 Campioni Regionali

  • Valle d’Aosta: Baguette e bollicine (Aosta)
  • Piemonte: MU Bao (Torino)
  • Liguria: Panino Marino (Genova)
  • Lombardia: Fratelli Torcinelli (Milano)
  • Veneto: Estro – Vino e Cucina (Venezia)
  • Trentino Alto Adige: Panificio Moderno (Trento)
  • Friuli Venezia Giulia: Tajo (Udine)
  • Emilia Romagna: QuintoQuarto – Piadina & Affini (Cesenatico, FC)
  • Toscana: La Botteghina del Maialetto (Monsummano Terme, PT)
  • Marche: B.A.C. Cresceria (Civitanova Marche, MC)
  • Umbria: Porcellino Divino (Assisi, PG)
  • Lazio: Legs (Roma)
  • Abruzzo: Da Matti Streetfood (San Vito Chietino, CH)
  • Molise: Garage Moto Kafè (Isernia)
  • Campania: ‘O Cuzzetiello (Napoli)
  • Puglia: Lake Café (Lesina, FG)
  • Basilicata: Palese-mente Cibò (Potenza)
  • Calabria: Kalavrì – Anima & Pizza (Catanzaro)
  • Sicilia: Cantunéra Ibla (Ragusa)
  • Sardegna: Sale & Pepe (Sassari).

Guida Street Food 2021: i Premi Speciali

  • Street Food on the Road: CiVà – Cibo Vagabondo

“Atmosfere circensi, selezione maniacale di prodotti del Cilento e del Vallo di Diano, cucina fresca, pop e divertente, come si addice alla strada. Questo colorato food truck, gestito dai team del LiLo di Sala Consilina e dell’azienda agricola I Segreti di Diano di Teggiano, è davvero una “cucina territoriale in movimento”.

  • Street Food da Chef: 1983. Cronaca di un’estate di Rino Duca – Il Grano di Pepe, Ravarino (MO)

“Presenza fissa nel menu degustazione la rivisitazione del classico ‘coppo’ di fritti, creato qualche anno fa in ricordo del giudice Rocco Chinnici, vittima di mafia, palermitano come lo chef. Sul cono in carta di riso è impressa, con nero di seppia, la prima pagina di un quotidiano che uscì il giorno successivo all’assassinio. All’interno sarda, seppia, gambero al barbecue, menta, verdure croccanti, nero e fegato di seppia. Buono ed emozionante”.