Questo sito contribuisce all’audience di


Guida Street Food 2023: tutti i premiati, regione per regione

Gambero Rosso ha presentato la sua nuova guida Street Food 2023: ecco l'elenco dei premiati in ogni regione d'Italia, incluso il premio speciale

Arancino

Una nuova guida firmata Gambero Rosso ha svelato dove si mangia il miglior cibo di strada in Italia: è la guida Street Food, giunta nel 2023 alla sua settima edizione.

La guida Street Food 2023 in sintesi

“Napoli, Palermo e Firenze sarebbero le stesse senza i mercati, i vicoli, i banchetti per il cibo di strada? Roma sarebbe Roma senza la pizza al taglio? Siamo convinti di no. Per questo, anche quest’anno, abbiamo voluto raccontare il meglio del cibo di strada nostrano, in una guida dedicata”. Con queste parole, sui suoi canali social, Gambero Rosso ha presentato la sua guida Street Food 2023.

Il volume propone al suo interno più di 470 indirizzi (sono 473 per la precisione), oltre a ricette e a una nuova sezione dedicata ai food truck (sono 70 quelli selezionati). Proprio i food truck sono stati protagonisti dell’evento di anteprima organizzato nell’azienda vinicola Terre Margaritelli lo scorso 2 luglio.

Presenti nella guida Street Food 2023 anche i Campioni Regionali, riconoscimento speciale che il team di Gambero Rosso dedica a quelle attività di street food (una per regione) che nell’anno preso in esame si sono distinte per il loro lavoro. Quest’anno, ha spiegato Gambero Rosso, “il quadro che ne esce fuori rappresenta una cultura del cibo di strada che ormai fonde tipicità e contaminazioni esotiche (vari i locali di cucina ‘etnica’ premiati), tradizione antica (con insegne quasi centenarie) e formule nuove e innovative”.

Il Premio Speciale, invece, si chiama Street Food da Chef ed è dedicato al cuoco che ha rivisitato in modo originale un piatto tipico dello Street Food.

Guida Street Food 2023: i Campioni Regionali

ABRUZZO: +Tosto Gastro Bottega, Atri (TE)

BASILICATA: Casarsa – Pizzeria Lucana, Potenza (PZ)

CALABRIA: Bestie Calabresi Selvaggi, Montepaone (CZ)

CAMPANIA: Friggitoria Vomero, Napoli (NA)

EMILIA ROMAGNA: Ciao Kebab, Bologna (BO)

FRIULI VENEZIA GIULIA: Buffet Clai, Trieste (TS)

LAZIO: JiaMo.Lab, Roma (RM)

LIGURIA: La Baracchetta di Biagio, Recco (GE)

LOMBARDIA: Cecchini Panini, Erbusco (BS)

MARCHE: Sapido, Pesaro (PU)

MOLISE: Panificio Blanz, Isernia (IS)

PIEMONTE: Patria – Peruvian Street Food, Torino (TO)

PUGLIA: Mezzo Quinto Cibo di Strada, Lecce (LE)

SARDEGNA: Porta 1918, Cagliari (CA)

SICILIA: Le Savocherie, Palermo (PA)

TOSCANA: Fratelli di Mare, Firenze (FI)

TRENTINO ALTO ADIGE: L’Officina Easy, Riva del Garda (TN)

UMBRIA: Ribelle, Assisi (PG)

VALLE D’AOSTA: Officina della pasta, Aosta (AO)

VENETO: Vino Vero, Venezia (VE)

Qui è possibile consultare tutti i premiati, regione per regione nella guida Street Food 2022.

Qui è possibile consultare tutti i premiati, regione per regione nella guida Street Food 2021.

Guida Street Food 2023: il Premio Speciale

Il Premio Speciale Street Food da Chef 2023 è stato assegnato da Gambero Rosso alle Quesadillas Tartufo Nero & Miele di Marcello Trentini (Casamago, Torino).

Questa è la motivazione ufficiale firmata Gambero Rosso: “Nel menu del cocktail bar firmato da Marcello Trentini ecco come una madeleine il ricordo di un tipico street food messicano, mescolato ai viaggi in giro per il mondo e all’amore per le empanadas argentine. Le forme si mischiano, il ripieno parla di Mediterraneo, con mozzarella di bufala e ricotta di pecora romana, mentre il tartufo riporta a casa”.