Venezia e Firenze unite per rilanciare le città d'arte con 10 idee

Città d’arte #Nonmetterledaparte è il decalogo elaborato da Firenze e Venezia per rilanciare concretamente il turismo nazionale ed internazionale

10 idee scritte da Firenze e Venezia per rilanciare il turismo nelle città d'arte italiane

In prima linea ci sono Dario Nardella e Luigi Brugnaro, rispettivamente i sindaci di Firenze e Venezia, che si sono schierati per dare supporto alle città d’arte che stanno risentendo fortemente della crisi per mancanza di turisti. I due sindaci sottopongono al Governo un documento in cui vengono offerte soluzioni per rilanciare le città d’arte unite alla richiesta di sgravi fiscali per un triennio.

La crisi delle città d’arte

Due delle città d’arte più amate d’Italia si sono unite per offrire una soluzione alla crisi causata dalla pandemia; sono 10 i punti elaborati per poter rilanciare le città d’arte riappropriandosi non solo del turismo ma anche di importanti introiti persi.

Secondo quanto dichiarato Firenze risente moltissimo della mancanza del turismo internazionale che si fa sentire non solo per le attività ma per il comune stesso; Firenze ha dichiarato un ammanco di 5 milioni di euro nel 2021, solo per quanto riguarda la tassa di soggiorno. Non è da meno Venezia che denuncia una mancanza di introiti pari a 80 milioni di euro nel 2020 e prevede una perdita di 60 milioni anche per questo 2021.

Città d’arte #Nonmetterledaparte: l’iniziativa

L’iniziativa guidata dalla città rinascimentale di Firenze, attualmente set del nuovo film di Pupi Avati, e da Venezia che incanta tutti con i suoi canali e il fascino romantico vede la presentazione di un decalogo intitolato Città d’arte #Nonmetterledaparte. Le 10 idee per rilanciare le città d’arte duramente colpite dalla crisi causata dalla pandemia si articolano in tre capitoli.

La prima parte del progetto è dedicata alla salvaguardia della filiera del turismo e richiede sostegno economico per aziende e lavoratori coinvolti direttamente nel settore, incentivi per il turismo in Italia, attività, norme per le guide turistiche e tour direttamente nelle mani di professionisti.

La seconda parte è dedicata al tema dei trasporti; Firenze e Venezia evidenziano come l’incremento del Tpl e lo sviluppo del trasporto turistico non di linea possano essere di grande aiuto.

Infine, nel terzo capitolo l’iniziativa Città d’arte #Nonmetterledaparte si concentra sulla residenzialità proponendo norme per appartamenti destinati ad affitti brevi con un tetto di 90 giorni l’anno per la locazione aggiunte a norme speciali per limitare le attività commerciali e dei prodotti in libera vendita.

Come ultimo punto è stato poi richiesto uno sviluppo delle Smart control Room per gestire in modo più tech e intelligente le città, aiutando non solo a tutelare il decoro ma anche la sicurezza urbana.