Dove sono cresciuti gli italiani della Nazionale a Euro 2020

Dal Nord al Sud passando per le isole: dove sono cresciuti i calciatori italiani della Nazionale del commissario tecnico Roberto Mancini a Euro 2020

L'Italia a Euro 2020

Le grandi prestazioni fornite dalla Nazionale italiana a Euro 2020 stanno facendo rivivere le notti magiche di Italia ’90, unendo tutto il Paese, da Nord a Sud, passando per le isole, attorno ai ragazzi del commissario tecnico Roberto Mancini. Ma dove sono cresciuti i calciatori azzurri convocati per gli Europei? Diamo uno sguardo alla mappa della Nazionale italiana.

Le origini dei 26 giocatori convocati dal commissario tecnico Roberto Mancini sono distribuite in maniera abbastanza omogenea su tutto il territorio italiano: 10 sono nati e cresciuti al Nord, 7 al centro e 9 al Sud e sulle isole. In totale sono 12 le regioni rappresentate all’interno della rosa azzurra.

Italia a Euro 2020: dove sono cresciuti i calciatori della Nazionale

Cinque sono originari della Lombardia: Locatelli è di Pescate, in provincia di Lecco, Pessina è di Monza, Belotti è nato e cresciuto a Calcinate, in provincia di Bergamo, Bastoni è di Piadena, in provincia di Cremona, mentre Acerbi è di Vizzolo Predabissi, in provincia di Milano.

Il Veneto è presente a Euro 2020 con due calciatori azzurri, entrambi nati in Brasile e naturalizzati: la famiglia di Jorginho è originaria di Santa Caterina in provincia di Vicenza, quella di Toloi, invece, di Treviso. Due i giocatori del Friuli Venezia Giulia: Cristante di San Giovanni di Casarsa della Delizia in provincia di Pordenone, e Meret di Flambruzzo, Udine.

Un rappresentante a testa per Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo e Puglia, rispettivamente Raspadori di Castel Maggiore in provincia di Bologna, Spinazzola di Foligno in provincia di Perugia, Verratti di Manoppello in provincia di Pescara e Castrovilli di Minervino Murge, Battipaglia.

Il Lazio ha due giocatori inseriti nella rosa della Nazionale italiana: Bonucci di Viterbo e Florenzi di Vitinia in provincia di Roma. La Campania ne conta tre, tutti di Napoli e dintorni: Insigne di Frattamaggiore, Immobile di Torre Annunziata e Donnarumma di Castellammare di Stabia.

Tra le regioni più presenti c’è la Toscana con quattro calciatori: Chiellini di Livorno, Bernardeschi di Carrara, Di Lorenzo di Ghivizzano in provincia di Lucca e Chiesa di Firenze. La bandiera della Sardegna è rappresentata da Sirigu, proveniente da La Caletta in provincia di Nuoro, e da Barella di Pirri in provincia di Cagliari, capoluogo sardo eletto città dell’anno del 2020 dal Gambero Rosso.

La rosa dell’Italia è completata da Berardi, attaccante cresciuto a Mirto Crosia in provincia di Cosenza, e da Emerson Palmieri, brasiliano con la famiglia originaria di Rossano.

I comuni d’origine dei calciatori italiani agli Europei

Portieri

  • Donnarumma – Castellammare di Stabia (NA)
  • Sirigu – La Caletta (NU)
  • Meret – Flambruzzo (UD)

Difensori

  • Acerbi – Vizzolo Predabissi (MI)
  • Bastoni – Piadena (CR)
  • Bonucci – Viterbo
  • Chiellini – Livorno
  • Di Lorenzo – Ghivizzano (LU)
  • Emerson Palmieri – Rossano (CS)*
  • Florenzi – Vitinia (Roma)
  • Spinazzola – Foligno (PG)
  • Toloi – Treviso*

Centrocampisti

  • Barella – Pirri (CA)
  • Castrovilli – Minervino Murge (Bat)
  • Cristante – San Giovanni di Casarsa della Delizia (PN)
  • Jorginho – Santa Caterina (VI)*
  • Locatelli – Pescate (LC)
  • Pessina – Monza
  • Verratti – Manoppello (PE)

Attaccanti

  • Belotti – Calcinate (BG)
  • Berardi – Mirto Crosia (CS)
  • Bernardeschi – Carrara (MS)
  • Chiesa – Firenze
  • Immobile – Torre Annunziata (NA)
  • Insigne – Frattamaggiore (NA)
  • Raspadori – Castel Maggiore (BO)