La Divina Commedia di Dante sarà lanciata nello Spazio

Grazie a un'idea della casa editrice bolognese Scripta Maneant una copia della Divina Commedia di Dante sarà lanciata nello Spazio in ottobre.

Divina Commedia

Una copia speciale della Divina Commedia di Dante sarà lanciata verso la Stazione Spaziale Internazionale con il volo astronomico Sojuz MS-19 che partirà ad inizio ottobre.

Una copia della Divina Commedia andrà nello Spazio

La Divina Commedia uno dei capolavori della letteratura italiana sarà lanciata nello spazio durante la missione ISS-Expedition 66. La casa editrice di Bologna Scripta Maneant, specializzata in libri d’arte a tiratura numerata, ha pensato di mandare in orbita una copia molto speciale di quest’opera. Il progetto, è nato grazie ad una collaborazione con l’agenzia italiana Human Space Services, che si occupa di progetti riguardo la space economy. I versi danteschi saranno così trascritti in uno speciale foglio fatto di titanio e oro che sarà appositamente ideato per resistere a temperature estreme e alle elevate escursioni termiche.

L’idea è nata grazie a Giorgio Armaroli, fondatore della Scripta Maneant, che ha deciso di produrre un’edizione di lusso della Commedia dantesca. Saranno stampate solo 700 copie di quest’opera che sarà corredata dai commenti di Emilio Pasquini, Giuseppe Ledda e Giancarlo Benevolo e dai disegni di Federico Zuccari. L’edizione numero “zero”, però, salirà a bordo della navetta Soyuz Ms 19 che partirà per una missione nello spazio il prossimo ottobre dal cosmodromo di Bajkonur, in Kazakistan.

I 700 anni dalla morte di Dante

L’occasione di inviare una copia della Divina Commedia nello Spazio avviene, non a caso, nell’anno in cui si celebrano  i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Il sommo poeta è deceduto, infatti, a Ravenna, la località in cui era esiliato, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Per questo la città, già alla fine del 2020, aveva organizzato una manifestazione per inaugurare la tomba di Dante e il Quadrarco di Braccioforte dopo che erano stati chiusi per restauro.

Anche il Museo di Casa Dante a Firenze, la città in cui il poeta è nato nel 1265, per l’occasione ha ideato un nuovo allestimento che permetterà di conoscere la vita e le opere di uno dei più grandi personaggi della letteratura italiana. I più appassionati possono scaricare anche l’App “In Toscana con Dante” un’applicazione che utilizza la riproduzione in 3D per scoprire la Toscana tramite il sommo poeta.

Infine anche a Verona, città in cui Dante ha più volte soggiornato, ha deciso di ricordare il poeta con manifestazioni culturali, approfondimenti e particolari itinerari turistici.