Carlo Cracco, salta la cena benefica per la Settimana della Moda

La cena benefica anti Covid di Carlo Cracco per la Settimana della Moda a Milano è saltata proprio a causa dell'emergenza Coronavirus: cosa è successo

Carlo Cracco, salta la cena benefica anti Covid: cosa è successo

Non si terrà la cena benefica anti Covid dello chef Carlo Cracco in Galleria Vittorio Emanuele a Milano il prossimo 22 settembre. L’iniziativa pensata dalla Camera nazionale della Moda e da Vogue Italia è stata fermata a causa del rischio sanitario potenziale ritenuto troppo alto.

La cena era prevista alla vigilia dell’inizio della Settimana della Moda, in programma dal 23 al 28 settembre 2020, e prevedeva l’invito di circa 600 ospiti italiani e internazionali e il coinvolgimento di almeno 500 addetti ai lavori tra cuochi, camerieri, hostess e addetti alla sicurezza. L’evento, quindi, in totale, avrebbe riunito oltre mille persone. L’idea dei promotori di far accomodare gli ospiti in 50 maxi tavoli in modo da garantire il corretto distanziamento anti contagio non è bastata a rendere possibile l’evento.

Il dietrofront è arrivato ancor prima di presentare l’iniziativa al Comune di Milano e alla Prefettura. Palazzo Marino, da par suo, aveva già fatto sapere che non era ancora arrivato il via libera alla cena. La scelta dei promotori dell’evento di rinunciare alla cena ha preceduto l’eventuale stop da parte delle autorità cittadine.

La Galleria Vittorio Emanuele era stata utilizzata per la prima volta come una sorta di ristorante a cielo aperto nel 2017. Quest’anno si pensava di realizzare il bis della cena del 13 settembre 2017, organizzata in quel caso per festeggiare i 150 anni della Galleria Vittorio Emanuele. Purtroppo, a causa dell’emergenza Coronavirus, non si potrà replicare l’evento.

Il ricavato della cena benefica anti Covid sarebbe stato destinato a Convivio a favore di Anlaids Sezione Lombarda, che da anni sostiene la Divisione clinicizzata di malattie infettive dell’ospedale Sacco, la Clinica di malattie infettive dell’ospedale Santi Paolo e Carlo e l’Unità di malattie infettive dell’Irccs Ca’ Granda ospedale Maggiore Policlinico Foundation.

Carlo Cracco, recentemente scelto come testimonial di Milano assieme a Ghali e Myss Keta, ha tanti altri progetti che lo vedono protagonista. Proprio a Milano, più precisamente a Villa Terzaghi, lo chef ha presentato la sua nuova sfida all’insegna di pizza e gelati.

Vistamare, invece, è la nuova azienda agricola a Santarcangelo di Romagna di Carlo Cracco e della moglie Rosa Fanti, dove sono coltivate le materie prime che poi finiscono nei piatti dello chef.