Coronavirus, in Italia si diffondono i Meal Kit: cosa sono

Ristoranti, chef stellati e aziende propongono ora anche in Italia i Meal Kit, un servizio già molto in voga da tempo negli Stati Uniti d'America

Meal Kit

Con l’emergenza Coronavirus in corso, in Italia si sta diffondendo sempre di più il fenomeno dei Meal Kit. Le aziende e i ristoranti offrono la possibilità di spedire a domicilio un pacchetto contenente tutti gli ingredienti per preparare un pasto delizioso.

Si tratta di confezioni complete di materie prime dosate, in alcuni casi semilavorate, ricette e indicazioni dettagliate per la preparazione, in versione casalinga, di piatti storici dei grandi chef e della tradizione gastronomica italiana. Questo servizio è diffuso da anni negli Stati Uniti, dove ha quasi sostituito il delivery di pasti precotti e pronti all’uso. In Italia, invece, il fenomeno sta prendendo piede nelle ultime settimane.

I fratelli Desideri, attraverso il proprio ecommerce, offrono diversi Meal kit che contengono una video ricetta con la relativa spiegazione dei passaggi. Il box, ovviamente, contiene tutti gli ingredienti necessari alla preparazione dei piatti. My cooking box è una start up specializzata in pacchetti comprendenti una sola ricetta e non un pasto completo. Il catalogo è vasto: si passa da piatti tipici regionali come i pici toscani firmati da Italo Bassi alle varianti gourmet di grandi classici.

Lo chef stellato Gianfranco Pascucci, dell’omonimo ristorante laziale, ha racchiuso in un kit le “tagliatelle allo stracotto di tonno”, uno dei suoi cavalli di battaglia. La consegna del suo kit meal è attiva in tutte le zone di Roma e del litorale romano. L’azienda Quomi, invece,  in attività dal 2016, offre un servizio in abbonamento: una volta sottoscritto, si possono scegliere le ricette dal menu del sito, che si aggiorna molto spesso.

Anche Antonia Kluggmann offre la possibilità di cimentarsi nella preparazione dei piatti del suo ristorante L’Argine a Vencò. La chef ha pensato a un kit composto da ricette e ingredienti, mettendo a disposizione anche una selezione dalla sua carta dei vini. I box si possono prenotare telefonicamente o via mail.

Molto gettonati i kit di Franceschetta 58 di Massimo Bottura, lanciati su Facebook e disponibili nel portale Mymenu. I clienti possono scegliere i loro piatti preferiti e vedersi recapitare a casa un kit con tutti gli ingredienti. Nel pacchetto sono incluse anche le istruzioni con tanto di illustrazioni. In alternativa, per realizzare i piatti dello chef stellato, si possono seguire i video tutorial pubblicati sulle sue pagine social col progetto “Kitchen Quarantine“.