Questo sito contribuisce all’audience di


Lo chef più stellato d'Italia per il rilancio di Villa Sasetta

Villa Sasetta, storica dimora di Bergamo, verrà riconvertita in un relais di lusso con un ristorante gestito dallo chef stellato Enrico Bartolini

 

Bartolini, lo chef più stellato d'Italia a Villa Sasetta

Villa Sasetta conosciuta anche come Villa Viviani Rumi dopo essere stata messa all’asta è ora destinata ad ospitare un ristorante di lusso gestito da un importante chef stellato e un hotel di lusso a cinque stelle.

La rinascita di Villa Sasetta

Situata nel comune di Bergamo sulla sommità di colle San Vigilio con una vista che si apre su tutta la pianura fino agli Appennini (nelle giornate più terse), Villa Sasetta è parte del ricco patrimonio architettonico lombardo. Le sue origini risalgono al XVI secolo ma agli inizi del Novecento il complesso ha subito importanti lavori di ampliamento e ristrutturazione su iniziativa della famiglia Viviani.

Il complesso si sviluppa su quasi tremila metri quadrati con sale finemente decorate, eleganti camere da letto, due grandi autorimesse e un immenso parco che ospita anche la dimora del custode. Proprio nel parco circostante la villa si trovano cedri del Libano, abeti, palme e una serra. Gli interni della residenza sono stati affrescati nel Novecento da importanti pittori del tempo come Brignoli, Agazzi, Bertacchi e Noris.

La residenza era stata inizialmente messa all’asta più di quattro anni fa partendo da un valore di 11 milioni ma poi il valore era sceso del 75% e durante la gara finale è stata aggiudicata per 3 milioni e 270 mila euro. Ora Villa Sasetta è pronta per essere trasformata in una struttura alberghiera cinque stelle con servizi di altissima qualità. Questo relais di lusso, infatti, nella sua offerta comprende anche un ristorante diretto dallo chef stellato Enrico Bertolini che lascerà tra pochi mesi il suo ristorante Casual.

Lo chef Enrico Bartolini per il ristorante di Villa Sasetta

Enrico Bertolini è uno degli chef italiani più conosciuti al mondo. Nella sua carriera si è guadagnato 12 stelle Michelin, diventando lo chef più stellato d’Italia e il secondo a livello internazionale. Ottenuta la prima stella Michelin a soli 29 anni, nel ristorante Le Robinie in Oltrepò Pavese, Bartolini ha poi continuato a macinare successi ottenendo non solo altre stelle Michelin ma anche altri importanti titoli come i Tre Cappelli de l’Espresso e le Tre Forchette del Gambero. Il 2017, in particolare, è stato per Bartolini un anno d’oro dato che ha ottenuto ben quattro Stelle: due a Milano, una a Bergamo per il “Casual Ristorante” e una a Castiglione della Pescaia nel cuore della Maremma. Tra pochi mesi Enrico Bartolini lascerà il suo “Casual Ristorante” situato nella Città Alta di Bergamo per trasferirsi a Villa Sasetta. Casual passerà così nelle mani di Beppe Acquaroli che lo gestirà con i figli.

Per una struttura di lusso come Villa Sasetta non poteva che esserci uno chef di alto profilo in grado di offrire un’esperienza culinaria davvero speciale agli ospiti. In questa nuova avventura Bartolini ha deciso di essere affiancato da tutto il team del Ristorante Casual in particolare in cucina ci sarà lo chef Marco Galtarossa, mentre direttore di sala sarà Andrea Zamblera. Non sono ancora noti né il nome del ristorante né il menu, si avranno sicuramente aggiornamenti non appena sarà nota la data di apertura della struttura. Quello che è certo è che gli ampi spazi della residenza, la terrazza panoramica e il parco si prestano ad essere luoghi perfetti per ospitare banchetti, matrimoni e altri speciali eventi.