Chi è Enrico Bartolini, nuovo 3 Stelle della Guida Michelin 2020

È toscano lo chef che ha riportato le 3 stelle a Milano dopo 25 anni, con il suo ristorante al Mudec

Chi è Enrico Bartolini, nuovo 3 Stelle della Guida Michelin 2020

Ha 40 anni ed è toscano Enrico Bartolini, lo chef che ha riportato le tre stelle Michelin a Milano dopo ben 25 anni, assegnate al prestigioso ristorante che porta il suo nome all’interno del Mudec – Museo delle Culture di Milano.

La 65a edizione della Guida Michelin Italia si è svolta il 6 novembre al Teatro Municipale di Piacenza, confermando il Paese come il secondo più stellato al mondo.

Classe 1979, originario di Castelmartini, in provincia di Pistoia, Enrico Bartolini è l’uomo dei record. La terza stella nella Guida Michelin 2020 si va, infatti, ad aggiungere alle due stelle appena assegnate al “Glam” di Venezia e agli altri suoi ristoranti stellati, ovvero il “Casual Ristorante” a Bergamo Città Alta, “La Trattoria Enrico Bartolini” nel cuore della Maremma toscana, la “Locanda del Sant’Uffizio” situata all’interno del Relais del Sant’Uffizio a Cioccaro di Penango, in provincia di Asti, e il “Poggiorosso” presso Borgo San Felice, nel comune di Castelnuovo Berardenga, alle porte di Siena.

Per la bellezza di 8 stelle in totale. Un primato assoluto in Italia, che lo consacra come uno dei migliori chef a livello internazionale.

Ambizione, intuito, creatività e passione smisurata per la cucina hanno portato Enrico Bartolini a distinguersi dapprima all’estero, nelle cucine di Paolo Petrini a Parigi e di Mark Page a Londra, poi in Italia sotto la guida di Massimiliano Alajmo e nella gestione del ristorante “Le Robinie Bistrot” nell’Oltrepò Pavese dove, a 29 anni, lo chef toscano ha conquistato la sua prima Stella Michelin.

Nel 2010 Bartolini vola alla conquista della seconda stella, guadagnata all’età di 33 anni al “Dodici24 Quick Restaurant” a Cavenago Brianza, a pochi minuti da Milano.

La città meneghina è il posto perfetto per cimentarsi in nuove sfide imprenditoriali e gastronomiche, così lo chef toscano sceglie il capoluogo lombardo per una delle sue avventure più impegnative e stimolanti. Nell’aprile del 2016 apre il “Ristorante Enrico Bartolini” al terzo piano del MUDEC, occupandosi anche della gestione del bar-bistrot.

Quello stesso anno inaugura il “Casual Ristorante” a Bergamo e prende in gestione i ristoranti “La Villa” e la “Trattoria Toscana”, rinominata “La Trattoria Enrico Bartolini”, dell’esclusivo resort “L’Andana”, a Castiglione della Pescaia, nel cuore della Maremma. Fino ad approdare a Venezia, dove dà vita al “Ristorante Glam”, nuova ed esclusiva meta gourmet della Serenissima.

Con il nuovo ambito riconoscimento conferitogli dalla Guida Michelin 2020, lo chef toscano riporta finalmente le tre stelle a Milano, dopo oltre 25 anni. La città, infatti, lo perse quando nel 1993 Gualtiero Marchesi chiuse il locale di via Bonvesin de la Riva per andare in Franciacorta.