Case a 1 euro a Maenza: il progetto nel borgo medievale laziale

Patto per il Centro Storico è il progetto del borgo medievale di Maenza per ripopolare il centro storico: basta un solo euro per acquistare una casa

Case a 1 euro in vendita a Maenza per ripopolare il borgo

Il Lazio si unisce al progetto delle case a 1 euro e questa volta, il paese coinvolto nell’iniziativa pensata per salvare i centri disabitati è Maenza. “Patto per il Centro Storico” è il nome del progetto presentato da Maenza per ridare vita al borgo medievale dimenticato.

Case a 1 euro a Maenza

Con il progetto Patto per il Centro Storico il comune di Maenza desidera riportare agli antichi splendori il borgo medievale del sud del Lazio. Il borgo estremamente suggestivo e circondato da boschi, si snoda tra vicoli, chiese e case storiche.

Le case del centro storico dimenticate e che necessitano di ristrutturazione vengono coinvolte nel progetto e, con il permesso dei proprietari, messe in vendita alla cifra simbolica di 1 euro. Chi firma per l’acquisto si impegna con un contratto a terminare una ristrutturazione nei tempi stabiliti; lo scopo è chiaramente quello di rendere di nuovo Maenza un centro abitato ma anche turistico.

Maenza è un paese estremamente vivace che durante l’anno riempie il calendario di feste, sagre ed iniziative per rendere omaggio anche alla regione laziale. Dalla sagra delle crespelle a quella della cirasa, dal festival internazionale del folklore alla sagra del tartufo: sono tantissime le proposte che Maenza pensa per non far annoiare i propri cittadini.

Alla scoperta di Maenza

Nel sud del Lazio, e più precisamente nella provincia di Latina, si trova Maenza: un piccolo borgo di origine medievale circondato da boschi e posizionato su una collina. La posizione di pregio permette di osservare il Monte Gemma, il Monte Sentinella, il Monte Mattarese e altre zone collinari in cui non mancano boschi di castagni e querce.

Si dice che Maenza fosse un paese già abitato nell’XI secolo da popoli pastorali sfuggiti alla sottomissione romana. Il periodo medievale del borgo invece si intreccia con le tipiche lotte per il dominio del territorio e tra le famiglie che si sono susseguite ci sono i Borgia, i Doria Pamphili e i Borghese.

Tra i luoghi da non perdere a Maenza c’è il Castello Baronale che arriva a noi esattamente come era stato pensato dai Conti di Ceccano nel 1500; la sua particolarità è che prima di quel momento non aveva l’aspetto di un vero e proprio castello ma solamente di una torre d’avvistamento eretta per motivi militari. Di incredibile pregio anche la piazza coperta, si tratta di un’architettura di origine medievale nota anche con il soprannome di Loggia dei Mercanti. Secondo la tradizione, la piazza coperta è stata costruita per dare ristoro e riparo a chi giungeva a Maenza dopo la chiusura serale delle porte.