La Carbonara col pomodoro del NYT diventa un "caso"

La Carbonara con il pomodoro pubblicata sul New York Times dal critico culinario Kai Chun ha scatenato le reazioni più disparate sui social network

Pasta alla Carbonara

Diventa un vero e proprio caso la ricetta della Carbonara con pomodoro pubblicata dal New York Times. Il critico culinario del quotidiano statunitense Kai Chun ha voluto rivisitare una delle ricette più popolari della cucina romanesca, proponendola in una versione con ingredienti diversi rispetto a quelli della tradizione. Un “azzardo” che ha scatenato le reazioni più disparate sul web.

La ricetta pubblicata sul New York Times si chiama “Smoky Tomato Carbonara“: il critico Kai Chun suggerisce di prepararla usando la pancetta al posto del guanciale, per conferire al piatto una piacevole nota affumicata. Già questa variazione su uno degli ingredienti principali della Carbonara, basterebbe da sola a far storcere il naso a ogni amante del piatto romano.

La variante con il bacon, però, non è l’unica differenza nella Carbonara del New York Times. Chun, infatti, suggerisce un’altra innovazione, invitando ad aggiungere al piatto un po’ di “smooth sauce“, ovvero la passata di pomodoro: questo ingrediente, a suo avviso, serve a regalare alla ricetta un tutto luminoso. Come se non bastasse, rispetto alla ricetta originale, c’è un’ulteriore variazione: il parmigiano al posto del pecorino.

Polemiche per la Carbonara con il pomodoro del New York Times

La Carbonara con sugo, pancetta e parmigiano ha fatto il pieno di critiche sul Web, soprattutto su Twitter. Le critiche più feroci arrivano dagli utenti italiani, ma anche dall’estero non risparmiano duri colpi a quello che viene considerato come una sorta di affronto alla mitica Carbonara tradizionale.

“L’umanità è strana – scrive un utente italiano su Twitter – arriva su Marte e contemporaneamente mette il pomodoro nella carbonara”. Gli fa eco un altro connazionale con un “tweet” che recita “Dopo la pizza all’ananas, ecco la carbonara col pomodoro”, citando appunto la pizza all’ananas, una variante molto apprezzata oltre oceano ma che poco si sposa con uno dei piatti simbolo della tradizione napoletana.

Proprio la mancanza di aderenza alla ricetta originale è una delle critiche maggiori mosse al NYT. Esemplari le considerazioni di altri due utenti: uno scrive “Metteteci quello che volete ma non chiamatela Carbonara”, mentre un altro rincara la dose con un emblematico “Non è più una Carbonara”.

Non è la prima volta che il tradizionale piatto romano suscita indignazione da parte degli italiani. Nei mesi scorsi, infatti, aveva destato molte era nata un’accesa polemica social sulla Carbonara preparata da Gordon Ramsay.

La Carbonara, d’altronde, ha nella semplicità della ricetta il suo segreto. Gli ingredienti sono pochi ma fondamentali: pasta di semola di grano duro, guanciale, uova, pecorino, sale e pepe. Usare materie prime diverse significa realizzare semplicemente un altro piatto.