Cannavacciuolo sta per aprire un nuovo ristorante da "sogno"

Ecco il nuovo progetto dello chef Antonino Cannavacciuolo che aprirà con il padre un ristorante da "sogno" a Ticciano, la sua città di origine

cannavacciuolo nuovo ristorante

Famoso per avere per avere già tre ristoranti stellati (il Ristorante di Villa Crispi, un ristorante a Torino e un bistrot a Novara) Antonino Cannavacciuolo ha intrapreso ora un progetto chiamato LAQUA Resort.

In un anno considerato davvero terribile per la ristorazione il famoso chef  Cannavacciuolo aprirà tre bellissime nuove strutture: LAQUA Countryside a Ticciano, LAQUA by the sea a Meta di Sorrento e LAQUA by the Lake sulle rive del Lago d’Orta.

LAQUA Resorts: il nuovo progetto di Cannavacciuolo

Cannavacciuolo ha raccontato al Corriere che dopo aver avuto il Covid a dicembre, e nonostante la pandemia, è riuscito a portare avanti quest’iniziativa insieme alla moglie Cinzia Primatesta e al padre. A Pettenasco, sul Lago d’Orta verrà aperto il “Laqua by the Lake” una struttura che avrà 16 appartamenti e 2 attici con jacuzzi, una Spa, un’area fitness e un elegante Beach Club. Il resort ospiterà anche un ottimo ristorante che servirà piatti della tradizione locale.

Laqua by the Sea”, invece, si trova a Meta di Sorrento ed è il risultato della ristrutturazione dello Charme & Boutique Laqua (che era sempre di Antonino Cannavacciuolo e Cinza Primatesta). Qui si troveranno sei bellissime camere costruite secondo la filosofia del Feng Shui. Infine, è da citare anche “Laqua Countryside” di Ticciano (Napoli), dove lo chef ha rilevato la casa di famiglia per realizzare con il padre un’accogliente struttura.

“Laqua Countryside” di Ticciano

Laqua Countryside” è un po’ la punta di diamante del progetto Laqua Resort dato che in questa villa risalente a fine Ottocento il nonno di Cannavacciuolo lavorò come guardiano per molti anni. Come racconta lo stesso chef al Corriere suo padre comprò la villa qualche anno fa sperando che il figlio aprisse proprio qui un ristorante. Cannavacciuolo, infatti, è nato a Ticciano, piccola frazione di Vico Equense, e qui è voluto tornare con un progetto che coinvolge anche suo padre.

La struttura ospiterà sei magnifiche camere, una piscina esterna e un’area benessere. Il ristorante del resort sarà aperto anche a clienti esterni e saranno serviti piatti che uniscono elementi tipici del Piemonte (sua terra d’adozione) con ingredienti della sua terra d’origine. Le materie prime utilizzate saranno fornite sia dall’orto coltivato dal padre che da diversi produttori locali.