A Milano il cinema va in battello sui navigli

Dopo il cinema in Galleria le pellicole si proiettano anche sui navigli con tisane e plaid a bordo dei bateau mouche

cinema navigli 1

Le sale cinematografiche, ma anche i tetti, le case, i vecchi locali dismessi e adesso anche i battelli che percorrono i navigli. A Milano il cinema è diffuso, capillare, si insinua in ogni angolo e abbraccia tutta la città. L’ultima idea è quella di proiettare i film a bordo di uno dei “Bateau Mouche” che percorrono i navigli. Si chiama Cinema Bianchini, è una chiatta attrezzata a sala cinematografica che partirà ogni giorno fino al 31 dicembre dalla Darsena alle 19.30 e consentirà ai cinefili amanti dei navigli di godere delle pellicole cinematografiche da una postazione d’eccezione.

cinema navigli 2

Al costo di 14 euro ci si imbarca, si sceglie il posto che si preferisce e si ammirano capolavori cinematografici tra i canali di Milano (qui i film proiettati), con bevanda calda e plaid.
Un’esperienza avvolgente, promettono gli organizzatori, che offre un’alternativa seducente alla classica sala cinematografica o alla comoda postazione casalinga. L’idea di portare il cinema in luoghi inusuali non è nuova a Milano. Agli inizi di giugno le proiezioni dei film hanno raggiunto i tetti della Galleria. Un’iniziativa che si è rivelata un gran successo, con sold out ogni sera e migliaia di biglietti venduti.

Intanto si sperimentano nuovi luoghi, per stimolare sensazioni inedite e permettere alla magia del cinema di insinuarsi negli angoli più affascinanti della città della Madonnina.
Il benvenuto nella sala galleggiante è allietato da un drink di saluto, durante la proiezione, inoltre, è possibile sorseggiare una selezione di tisane biologiche e alla fine del film un Bacio Perugina viene regalato a ogni ospite per una dolce buonanotte.

Ogni sera si proietta un capolavoro: dai film di Martin Scorsese alle commedie di Woody Allen, dalla Grande Bellezza di Paolo Sorrentino, vincitore dell’oscar come migliore film straniero, alle recenti commedie italiane. “La leggenda del pianista sull’oceano” è stata la prima pellicola ad essere scelta per inaugurare il ciclo cinematografico sulle acque dei navigli, con il dondolio del battello a cullare gli spettatori nelle scene che Tornatore ha ambientato tra i flutti dell’oceano.