Riapre Villa Igiea, gioiellino liberty di Palermo

Villa Igiea, splendido esempio di stile Liberty a Palermo, riapre le porte ufficialmente in veste di hotel a partire da maggio dopo un importante restauro

Villa Igiea riapre come hotel

C’è una data ufficiale: da maggio Villa Igiea tornerà operativa. L’edificio costruito per volere di Ignazio Florio e acquistato da Rocco Forte rispetta le promesse iniziali e riaprirà le porte entro pochi mesi. Lo splendido edificio liberty di Palermo ideato da Ernesto Basile e rilevato nel 2018 dal gruppo Caltagirone riaprirà per almeno sei mesi restituendo il lavoro a 52 dipendenti.

La storia di Villa Igiea

Villa Igiea è un vero e proprio gioiello dello stile liberty e ha una storia importante alle sue spalle. Il palazzo è stato costruito alla fine dell’Ottocento dall’Ammiraglio inglese Domville ed è passata nel 1899 nelle mani della famiglia borghese Florio che ha trasformato la struttura neogotica in un esempio importante dell’architettura liberty.

Ad occuparsi di questi lavori è l’architetto Basile che aveva come obiettivo principale quello di rendere l’edificio meno statico sfruttando affreschi parietali e mobilio di design. La villa, oggi nota con il nome di Igiea è un omaggio alla figlia di Ignazio Florio persa in tenera età. Tra le stanze più belle dell’edificio si trova la Sala Basile in cui compaiono affreschi realizzati da Bergler che si fondono con i lavori degli architetti Ducrot e Basile.

La villa è stata anche protagonista di un celebre film di Johnny Stecchino prestando la Sala Basile per alcune riprese; la struttura è stata trasformata in hotel diventando un punto di riferimento per l’alta borghesia e l’aristocrazia della Belle Epoque per poi diventare nel secondo decennio del ‘900 sede di un ospedale e tornare ad essere infine un hotel grazie all’acquisto dell’imprenditore Rocco Forte.

L’hotel di Villa Igiea riapre

Nel 2018 il gruppo Caltagirone di Rocco Forte ha rilevato la splendida villa palermitana in stile Liberty promettendo entro pochi anni di riaprire in una nuova veste. I sindacati esultano poiché entro pochi mesi le porte di Villa Igiea riapriranno restituendo il lavoro a 52 dipendenti garantendo almeno il lavoro stagionale.

L’imprenditore dopo aver acquisito la struttura l’ha sottoposta ad un lavoro di restauro importante dando priorità alla realizzazione di 88 stanze, di cui 25 saranno suite che si collocheranno nel corpo principale della villa. Quello che precedentemente era il centro congressi è stato invece trasformato in altre 12 camere curate nel dettaglio.