Verdone lancia l'appello per salvare il bar di "Troppo Forte"

Carlo Verdone lancia un appello per salvare "La Casina del Bosco", il mitico bar del film "Troppo Forte" che versa da anni in stato di abbandono

Carlo Verdone

Carlo Verdone lancia un appello per salvare il mitico bar di ‘Troppo forte“, pellicola che l’attore romano ha diretto nel 1986 e ha interpretato insieme a una leggenda del cinema italiano e mondiale, Alberto Sordi.

Il bar diventato un’icona nel corso degli anni si chiama “La Casina del Bosco” ma ormai da troppo tempo è abbandonato in stato di degrado. Il locale, entrato nell’immaginario collettivo grazie al film degli anni ’80, si trova al lido di Ostia, location spesso utilizzata per fare da sfondo alle scene di numerose pellicole italiane.

Verdone, appello per salvare il bar di “Troppo Forte”

Nel suo appello, Carlo Verdone ha manifestato il proprio disappunto nel prendere atto che il bando che riassegna la concessione per il bar non si ancora uscito: una situazione, questa, che rischia di far scomparire per sempre lo storico locale.

“La Casina del Bosco” è stata lo scenario di una delle scene più iconiche del film cult con Carlo Verdone e Alberto Sordi: quella che vede lo stuntman Oscar Pettinari, giocare a flipper all’interno del bar. Una scena indimenticabile in cui Verdone diede prova della sua grande dimestichezza con il flipper, giocato rigorosamente “a colpi di ventre”.

Quel bar panoramico di Ostia, dove è tornata a risplendere la Fontana dello Zodiaco, è un meraviglioso spazio commerciale: nonostante ciò che rappresenta a livello storico e nella cultura di massa, il bar è completamente abbandonato, lasciato al degrado e agli atti di vandalismo.

Verdone ha lanciato un appello per sensibilizzare le istituzioni affinché uno dei simboli della cinematografia italiana non venga abbandonato per sempre. ‘Troppo forte’, uscito nei cinema nel 1986, vede Carlo Verdone nella doppia veste di regista e protagonista. L’attore romano interpreta Oscar Pettinari, uno stuntman che frequenta gli studi di Cinecittà e sogna di sfondare nel mondo del cinema.

Oscar spera che ad aiutarlo con la sua carriera sia l’avvocato Giangiacomo Pigna Corelli in Selci, interpretato da un magistrale Alberto Sordi. Scritto da Verdone insieme Sergio Leone e allo stesso Sordi, il film vide la partecipazione anche di Antonello Venditti che curò la colonna sonora.

Le riprese coinvolsero molti dei più importanti e popolari quartieri di Roma, dall’EUR a Cinecittà, passando per Ostiense, Tuscolana, Magliana e Malagrotta. Tra le location del film ci sono Ostia, Torvaianica e la pineta di Castel Porziano.