Gli Uffizi sono il museo più seguito al mondo su TikTok

Gli Uffizi di Firenze conquistano TikTok diventando il museo più seguito al mondo sul popolare social network amato soprattutto dai giovanissimi

 

Gli Uffizi sono il museo più seguito al mondo su TikTok

Grande successo per il profilo degli Uffizi su TikTok: il museo di Firenze, oltre a essere il più visitato in Italia, è anche il più seguito sul popolare social network di video umoristici preferito dai giovanissimi.

In meno di due mesi dall’apertura dell’account ufficiale degli Uffizi su TikTok, in pieno lockdown, i follower del museo fiorentino hanno raggiunto quota 21.700. Numeri impressionanti che staccano tutti gli altri grandi musei presenti sul social network: il Metropolitan Museum di New York, per esempio, è fermo a quota 8.900, mentre il Rijksmuseum di Amsterdam ha un seguito di 7.300 follower.

A contribuire al successo degli Uffizi è stata anche la Settimana dei musei organizzata da TikTok a partire dallo scorso 12 giugno. Nel corso dell’evento, in 60.000 si sono collegati per partecipare al tour virtuale delle Gallerie, condotto con ironia e leggerezza da Martina Socrate, ventiduenne diventata una vera e propria celebrità sul web grazie al suo talento per i doppiaggi comici.

Proprio l’ironia è alla base del profilo TikTok degli Uffizi che sono sbarcati sulla piattaforma alla fine del mese di aprile, proponendo una serie di clip umoristiche dedicate alle icone della storia dell’arte. Il primo video postato dal profilo ufficiale del museo fiorentino raffigurava il cavaliere Pietro Secco Suardo, ritratto da Giovanni Battista Moroni nel Cinquecento, aggirarsi per i corridoi delle gallerie: una clip che ha raggiunto quota 34.000 visualizzazioni.

Presto si sono aggiunti altri video: il Nano Morgante del Bronzino a caccia per Boboli sulle note di “Blinding Lights”, tormentone del cantante statunitense The Weeknd, la “Signora in bianco” di Boldini che attende esausta la fine della quarantena e Eleonora Toledo in versione discoteca.

La scommessa social di Eike Schmidt, lanciata nel cuore dell’emergenza sanitaria, quando le porte dei luoghi d’arte erano state chiuse a data da destinarsi, si è rivelata vincente. Gli Uffizi sono stati il museo italiano più visitato nel 2019 e adesso vincono anche la sfida social, diventando il più seguito al mondo su TikTok.

Con l’ingresso su TikTok, il polo museale ha conquistato il pubblico dei teenager, diventando sempre più popolare tra i giovanissimi. I numeri raggiunti testimoniano il grande impegno degli Uffizi nella sfera digitale, partito già prima della quarantena sugli altri social come Facebook, Instagram e Twitter.

Lo sforzo digitale serve a alimentare la ripresa dei visitatori: Bergamo e Firenze hanno riaperto i musei con l’ausilio di dispositivi elettronici che servono a garantire il distanziamento sociale. Un primo passo verso il ritorno alla normalità dopo mesi di grandi sacrifici.