Roma capitale del turismo lento

“All Routes lead to Rome" è un meeting internazionale che si occupa di itinerari, rotte, cammini, ciclovie. Si tiene dal 16 al 25 novembre 2018 a Roma

Un turismo lento, fatto di itinerari, passeggiate e ciclabili: se ne parla a Roma per dieci giorni.

Ha infatti preso il via il 16 novembre 2018 la terza edizione “All Routes lead to Rome: tutti gli itinerari portano a Roma”, un meeting internazionale che si occupa di itinerari, rotte, cammini, ciclovie, evento ufficiale che si inserisce nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Questa manifestazione ha la sede a Roma, città nella top 20 delle città più verdi al mondo, e nella capitale italiana si terranno anche iniziative speciali, come aperture straordinarie, visite guidate, passeggiate letterarie, ma anche cammini, cicloescursioni, spettacoli di musica antica e sacra. Naturalmente non mancheranno i momenti di confronto e approfondimento con seminari e convegni. Dieci giorni (che hanno preso il via il 16 novembre 2018 per concludersi il 25) con l’obiettivo di celebrare il patrimonio culturale attraverso la mobilità dolce.

Tipologia di mobilità che permette di avere un’opportunità importante per diversificare l’offerta turistica.

Il meeting, tra le altre cose, è un’iniziativa di tipo diffuso. Infatti coinvolge location diverse, e vi prendono parte altri territori italiani e al di fuori dei confini nazionali. L’obiettivo è quello di confrontarsi in particolare su strategie per la fruizione di itinerari e del patrimonio culturale.

Il programma dei dieci giorni di manifestazione ha come focus principale quello di offrire nuovi sistemi di sviluppo e di rispondere alla domanda di chi si muove alla ricerca di tematiche come ambiente, natura, sport e spiritualità.

Tanti eventi che si svolgono in location diverse, per un programma molto fitto che è consultabile sul sito di “All Routes lead to Rome: tutti gli itinerari portano a Roma”.

Itinerari, rotte, cammini e ciclovie sono dunque i protagonisti di questi dieci giorni di incontri. Dieci giorni dedicati alla mobilità dolce, quella che permette di conoscere i luoghi in maniera diversa e più approfondita con esperienze che permettono di immergersi nel territorio.

Tra i focus: l’importanza della via Appia Antica – Regina Viarum e la Board nazionale degli itinerari al cui interno vi sono 50 percorsi ricchi di storia e cultura. E poi le ciclovie, inserite dal Governo tra le infrastrutture strategiche per lo sviluppo futuro, e ancora case Cantoniere e ferrovie dimenticate.

Un’Italia meno nota, quindi, che Roma celebra in questi dieci giorni di incontri e approfondimenti.

Pubblica un commento