I Ristoranti d'Italia 2018, i 5 Cappelli premiati da L'Espresso

Presentata alla Leoploda di Firenze la guida curata dai critici gastronomici de l'Espresso che raccoglie le eccellenze culinarie italiane

I Ristoranti d'Italia 2018, ecco i locali premiati dalla guida

Più di 2700 templi del buon mangiare, tra ristoranti, trattorie e osterie selezionati e recensiti con cura, il tutto condito da quasi 40 anni di esperienza e professionalità. Informazioni, aneddoti, consigli racchiusi in una preziosa bibbia che ha catalogato con precisione i migliori locali d’Italia dove mangiare bene. Tutto questo è la guida edita da Espresso “I Ristoranti d’Italia 2018”, un punto di riferimento, da decenni, nella ristorazione nazionale.

Nella nuova guida presentata alla Stazione Leopolda di Firenze, in collaborazione con Pitti Immagine, i ristoranti migliori, dove l’eccellenza viene servita in piatti unici e gustosi, sono stati premiati con “5 cappelli”, nuovo metodo di giudizio per certificare, secondo i canoni dei critici gastronomici de l’Espresso, l’eccellenza. 5 cappelli per 5 ristoranti, il meglio d’Italia secondo la guida diretta da Enzo Vizzari. I migliori secondo la guida “I Ristoranti d’Italia 2018” sono: L’Osteria Francescana di Modena, Le Calandre a Rubano, Piazza Duomo ad Alba, Uliassi a Senigallia, Casadonna Reale a Castel di Sangro. Nell’edizione di quest’anno c’è anche un inserto dedicato alle migliori pizzerie che tra i tanti buoni luoghi dove mangiare pizza ha premiato anche il nuovo talento di Gennaro Battiloro della pizzeria La Kambusa a Massarosa, in provincia di Lucca con il premio “Petra Molino Quaglia”.

I Ristoranti d'Italia 2018, ecco i locali premiati dalla guidaDopo l’abolizione del giudizio in ventesimi la guida decennale si rinnova proponendo nuovi premi e metodi di giudizio. Una delle novità più apprezzate è stata l’introduzione del “Cappello d’oro” che esalta i “nuovi classici”, ovvero i dieci ristoranti che più di altri hanno contribuito in maniera decisiva a rivoluzionare la cucina italiana.

Nelle quasi 700 pagine della corposa guida, dopo un’analisi minuziosa che ha richiesto mesi di lavoro, tra le decine di migliaia di locali che si occupano di sfamare e allietare il palato dell’esercito di buongustai che frequenta abitualmente i ristoranti, le osterie e le taverne alla ricerca di sapori avvolgenti, soltanto 2000 ce l’hanno fatta a stupire la severa giuria e sono stati selezionati per entrare nel volume. Tra questi solo 700 possono fregiarsi di avere almeno un “cappello”, segno di qualità del cibo e precisione nel servizio.

Ecco l’elenco dei ristoranti della guida che hanno ottenuto almeno 3 cappelli

Cinque cappelli:

  • Casadonna Reale Castel di Sangro (AQ)
  • Le Calandre Rubano (PD)
  • Osteria Francescana Modena
  • Piazza Duomo Alba (CN)
  • Uliassi Senigallia (AN)

Quattro Cappelli:

  • Casa Perbellini Verona
  • Da Vittorio Brusaporto (BG)
  • Danì Maison Ischia (NA)
  • Del Cambio Torino
  • Duomo Ragusa Ibla (RG)
  • Hisa Franko Kobarid – Caporetto (Slovenia)
  • Hotel Rome Cavalieri – La Pergola Roma
  • Hotel Rosa Alpina St. Hubertus Badia (BZ)
  • Il Pagliaccio Roma
  • Krèsios Telese Terme (BN)
  • La Madia Licata (AG)
  • La Peca Lonigo (VI)
  • Lido 84 Gardone Riviera (BS)
  • Mandarin Oriental Milan – Seta Milano
  • Taverna Estia Brusciano (NA)
  • Villa Crespi Orta San Giulio (NO)

Tre cappelli

  • Acquerello Fagnano Olona (VA)
  • Agli Amici Udine
  • Antica Corona Reale – Da Renzo Cervere (CN)
  • Antica Osteria Cera Campagna Lupia (VE)
  • Aqua Crua Barbarano Vicentino (VI)
  • Auener Hof Terra Sarentino (BZ)
  • Berton Milano
  • Borgo Egnazia Due Camini Fasano (BR)
  • Borgo Santo Pietro – Meo Modo Chiusdino (SI)
  • Bracali Massa Marittima (GR)
  • Bros Lecce
  • Combal.Zero Rivoli (TO)
  • Contraste Milano
  • Cracco Milano
  • D’O Cornaredo (MI)
  • El Coq – Garibaldi Vicenza
  • Enrico Bartolini – Mudec Milano
  • Grancaffè & Ristorante Quadri Venezia
  • Hotel Cinzia – Christian e Manuel Vercelli
  • Hotel Four Seasons Il Palagio Firenze
  • Hotel Palazzo Avino – Rossellinis Ravello (SA)
  • Hotel Principe – Lux Lucis Forte dei Marmi (LU)
  • Hotel Villa Trieste – Aga San Vito di Cadore (BL)
  • Il Luogo di Aimo e Nadia Milano
  • Inkiostro Parma
  • La Tana Gourmet Asiago (VI)
  • La Trota dal ‘63 Rivodutri (RI)
  • Laite Sappada (BL)
  • L’Argine a Vencò Dolegna del Collio (GO)
  • Lume Milano
  • Madonnina del Pescatore Senigallia (AN)
  • Osteria Arborina La Morra (CN)
  • Paolo & Barbara Sanremo (IM)
  • Pascucci Al Porticciolo Fiumicino (RM)
  • Ristorante Angelo Sabatelli Putignano (BA)
  • Ristorante Perbellini Isola Rizza (VR)
  • San Domenico Palace Hotel – Principe Cerami Taormina (ME)
  • S’Apposentu di Casa Puddu Siddi (VS)
  • Torre del Saracino Vico Equense (NA)
  • Undicesimo Vineria Treviso
  • Villa Feltrinelli Gargnano (BS)
Pubblica un commento