Questo sito contribuisce all’audience di


Quanto sono davvero fresche le uova nei supermercati italiani

Una ricerca svela quanto sono davvero fresche le uova nei supermercati italiani: effettuati vari test sul tuorlo, sull'albume e anche sugli odori

Freschezza uova supermercati

Il Salvagente ha portato in laboratorio 22 diversi marchi di uova fresche per stabilire il livello di freschezza delle uova presenti sugli scaffali dei supermercati italiani.

Secondo i testa, le uova vendute nei principali supermercati d’Italia ottengono giudizi positivi nella maggior parte dei casi, anche se alcune risultano con una freschezza definita “non ottimale” rispetto ad altre.

Quanto sono fresche le uova presenti nei supermercati italiani

Sono state portate in laboratorio uova appartenenti a 22 diversi marchi presenti sugli scaffali dei supermercati del nostro Paese. Le uova sono stata sottoposte a diverse analisi che servivano a valutare l’igiene, la freschezza e l’eventuale presenza di tracce di pesticidi.

Le uova analizzate da Il Salvagente in laboratorio, prese a campione, appartengono ai seguenti marchi: Aia Aria aperta, Aia Pastagialla, Cà Bianca (Md), Carrefour (bio e non), Casa Bonelli (Todis), Coccodì Bio, Conad (bio e non), Coop (bio e non), Delizie del Sole – Eurospin (bio e non), Esselunga (bio e non), Le Naturelle (bio e non), Le Stagioni d’Italia, Ovito (bio e non bio), Terra – Lidl e Todis Bio.

Tutti i marchi di uova analizzati hanno ottenuto risultati positivi, uscendo dal test con voti che vanno da eccellente a ottimo. Nel complesso, dunque, nessun prodotto ha deluso le aspettative, anche se alcuni si sono distinti per una qualità maggiore rispetto ad altri.

Nessun campione analizzato ha mostrato problemi di igiene o tracce di pesticidi. Discorso diverso, invece, per la prova della freschezza che ha riguardato la forma del tuorlo delle uova protagoniste dei test di laboratorio.

I test sulle uova dei supermercati italiani: freschezza, tuorlo e albume

La ricerca, infatti, oltre alle analisi microbiologiche, ha contemplato anche un testa dell’acqua: ogni confezione di uova è stata sottoposta a questo test con l’obiettivo di valutare la freschezza.

Il test dell’acqua funziona così: l’uovo fresco viene posizionato sul fondo di un bicchiere pieno d’acqua. A seconda di come si muove l’uovo, è possibile stabilire la sua freschezza. Se l’uovo rimane in verticale significa che è fresco, se inizia a invecchiare oppure si inclina leggermente significa che non è fresco. Se l’uovo galleggia, infine, non è più commestibile.

In seguito le uova appartenenti a ogni marchio sono state rotte: un procedimento che serviva a valutare nello specifico le caratteristiche del tuorlo, dell’albume e anche l’odore. Le uova, successivamente, sono state anche cotte, al fine di poter vedere se presentavano eventuali difetti.

Nonostante tutte le uova abbiano ottenuto giudizi complessivamente positivi, alcune sono risultate meno fresche di altre. Degli esemplari, una volta messi dentro l’acqua, tendevano a inclinarsi leggermente. Le uova, tra gli alimenti più colpiti dai rincari a causa dell’inflazione e dalla guerra tra Russia e Ucraina, sono tra i prodotti più utilizzati nella cucina italiana e sono alla base di tanti piatti tipici di tutto il territorio.

Le analisi confermano la bontà delle uova che vengono vendute all’interno dei principali supermercati presenti in Italia: una buona notizia per tutto il settore alimentare che sta vivendo un periodo difficile a causa dell’aumento dei prezzi.